Il sindaco di Massa (in piedi) e accanto Alessio Zoppi ed Enrico Benassi, presidente e a.d. di Serinper
Il sindaco di Massa (in piedi) e accanto Alessio Zoppi ed Enrico Benassi, presidente e a.d. di Serinper

Massa, 27 marzo 2019 - Trenta assunzioni ad Aulla per infermieri, tecnici della riabilitazione psichiatrica, terapisti occupazionali, laureati in scienze dell’educazione e operatori socio sanitari. Posti a tempo indeterminato, che di questi tempi e soprattutto in Lunigiana (ma non solo) sono manna dal cielo. Un’occasione unica che arriva grazie al progetto sanitario e terapeutico della cooperativa sociale Serinper, una realtà tutta apuana, e a un investimento che supera nel complesso 1 milione e mezzo di euro. Il taglio del nastro è previsto a giugno. Nel dettaglio, si tratta di un progetto ambizioso per dare risposte a bambini e adolescenti in difficoltà grazie a una struttura sanitaria, terapeutica e riabilitativa, all’avanguardia e capace di accogliere fino a 20 ragazzi. Più aree comuni, ampia palestra e giardino, ambulatori e reception. Per la cooperativa Serinper si tratta della quattordicesima struttura fra Massa Carrara e Lucca.

«Si tratta di una comunità residenziale terapeutico riabilitativa in grado di rispondere alle esigenze di minori che, temporaneamente, sono stati allontanati dal loro nucleo familiare e che hanno bisogno di un ricovero in un ambiente protetto e tutelato – spiegano Alessio Zoppi ed Enrico Benassi, presidente e amministratore delegato di Serinper -. Sarà divisa in due moduli; uno per i ragazzi da 14 ai 18 anni e uno per quelli più piccoli, dai 10 ai 14 anni. Quest’ultimo rappresenta un’assoluta novità visto che la Regione non ne aveva mai autorizzato uno. Siamo i primi a ottenere in Toscana questa autorizzazione; per noi è un forte motivo di orgoglio». Un lungo percorso iniziato due anni fa, con la verifica della fattibilità del progetto sanitario da parte della Regione che ha dato il via libera. «Stiamo finendo i lavori – sottolineano Zoppi e Benassi - e abbiamo bisogno di assumere 30 persone. Andremo a raggiungere così i 130 dipendenti fra le due province in cui operiamo, proseguendo in quel progetto di espansione dell’ attività che vuole portare anche occupazione. Inoltre la comunità ‘I Numeri Complessi’ rientra in un disegno più ampio che vuole creare ad Aulla un polo specializzato per il trattamento di questi disturbi. Nel 2014 avevamo già inaugurato la comunità ‘I numeri primi’». Struttura all’avanguardia con 10 posti letto per modulo, ogni camera con bagno, palestra per le attività ginniche, ambulatori specializzati, reception e hall, aree comuni e un grande giardino. Manca solo il personale. Per candidarsi, basta inviare il curriculum vitae a hr@serinper.org o usare il form che sarà pubblicato sulla pagina Fb di Serinper.