ALFREDO MARCHETTI
Cronaca

Ha detto agli amici: “Tra poco ci sono”. Poi è morto nell’incidente

Alessandro Giandomenici, 53 anni, poliziotto del commisariato di Carrara, è deceduto dopo lo scontro con un’auto. Lui era a bordo della sua moto. Disperati i tentativi di salvarlo. La dinamica al vaglio dei vigili urbani .

Alessandro Giandomenici, 53 anni, poliziotto del commissariato di Carrara. E' lui la vittima di un tremendo scontro avvenuto in via Massa Avenza

Alessandro Giandomenici, 53 anni, poliziotto del commissariato di Carrara. E' lui la vittima di un tremendo scontro avvenuto in via Massa Avenza

Massa, 15 giugno 2024 – Un viaggio desiderato, atteso e poi compiuto. Quelle celebrazioni dello sbarco in Normandia vissute con uno dei figli, pochi giorni fa. La voglia di condividere con lui un ricordo da portarsi dentro tutta la vita. Quella vita, che si è crudelmente interrotta sull’asfalto di via Massa Avenza, a pochi passi dalla concessionaria Rossi Leauto.

Un destino beffardo: gioia, serenità fino a pochi secondi prima... poi il silenzio. Un dolore straziante, inspiegabile, un urlo strozzato, il desiderio di non credere per non attraversare l’inferno del dolore.

I familiari, la compagna Sabrina, gli amici, i soci di Apuania bikers, sono colpiti da queste emozioni contrastanti in un squarcio interminabile di lacerante realtà.

Alessandro Giandomenici non c’è più. Resterà soltanto nei ricordi dei suoi colleghi, la polizia di Stato, così come sarà custodito nei cuori dei soci dell’associazione di bikers, che lo stavano aspettando per un aperitivo tutti insieme.

"Arrivo" aveva scritto agli amici della due ruote pochi quarti d’ora prima del fatale schianto. Quello che resta è la nostalgia di quel 53enne padre di due figli, dal carattere solare, disponibile con tutti, compagno di grandi traversate con la prestigiosa Harley Davidson, di cui il massese Giandomenici era profondamente innamorato.

La provincia piange un servitore dello Stato: il suo impegno sulle volanti a Carrara come assistente capo coordinatore era stato sempre apprezzato da tutti.

Sulla fredda dinamica di quel drammatico sinistro stanno adesso indagando gli agenti di polizia municipale. Secondo una prima sommaria ricostruzione, Giandomenici, giovedì sera intorno alle 19, dopo lo scontro con un’auto utilitaria con a bordo due uomini e una donna, pare abbia perso subito i sensi.

L’impatto è stato tremendo. Disperati i tentativi dei soccorsi di trasportarlo al Noa. Il 53enne sarebbe spirato in ospedale. La salma è adesso a disposizione dell’autorità giudiziaria per il possibile esame autoptico.

La comunità apuana è distrutta. "Rimarrai sempre nei nostri cuori. La sua voglia di vivere sarà ricordata da tutti noi", dice Giacomo Timbro degli Apuania bikers. "L’associazione dei pescatori del pontile di Forte dei Marmi e in particolare i soci del pontile di Marina di Massa, si stringono vicino al dolore dei familiari del nostro caro amico Alessandro. A tutti i conoscenti di Giandomenici le nostre più sentite condoglianze" scrivono gli amici di pesca.