"Non è un paese per turisti". Prime multe a Colonnata

I residenti chiamano i vigili per le auto in sosta nella piazza vietata. Intanto i negozianti devono aprire i bagni perché quelli pubblici sono chiusi.

"Non è un paese per turisti". Prime multe a Colonnata

"Non è un paese per turisti". Prime multe a Colonnata

Con l’arrivo della bella stagione a Colonnata è scattata la guerra alle auto in divieto di sosta. Di questo fine settimana la chiamata di alcuni residenti al comando di polizia municipale per chiedere di salire nel borgo e sanzionare gli automobilisti negligenti. Le auto interessate dalle sanzioni quelle trovate nella piazza del paese e lungo la strada, dove è vietato parcheggiare. Come ogni anno con l’arrivo della bella stagione e il conseguente aumento dell’afflusso turistico, a Colonnata si ripropone il problema della sosta selvaggia. E così come sempre qualcuno alza il telefono e chiede l’intervento dei vigili. Una guerra alle auto in sosta che però divide la frazione visto che le attività commerciali vivono di turismo, e per un bar, un ristorante o una larderia sapere che i clienti sono stati multati non è quel che si dice ‘un bel biglietto da visita’. E sempre in questo fine settimana i turisti oltre a ritrovarsi una multa hanno dovuto fare i conti con i bagni pubblici ancora chiusi. Per fortuna le attività aperte hanno consentito ai turisti di utilizzare i loro bagni.

Ma da palazzo civico arrivano buone notizie. L’assessore al turismo Lara Benfatto per andare incontro alle esigenze di visitatori e residenti ha fatto in modo che già da questo fine settimana i servizi igienici siano aperti. "Abbiamo deciso di aprirli prima del periodo pasquale – spiega Benfatto –, quello che di solito coincide con l’apertura ufficiale, perché nei fine settimana di bel tempo a Colonnata c’è un buon afflusso turistico. In questo modo i turisti potranno usufruire del servizio". E saranno aperti ogni fine settimana fino alla fine della stagione estiva. Servirà ancora un po’ di pazienza invece per l’arrivo del bus navetta, un servizio molto apprezzato sia dai turisti sia dai residenti, visto che riduce notevolmente la sosta selvaggia lungo la strada che conduce nella frazione cittadina. L’assessore alla mobilità Elena Guadagni spiega che il servizio sarà operativo entro la Pasqua. "Stiamo lavorando per attivare il servizio di bus navetta per le vacanze Pasquali – dice Guadagni – e come già fatto per lo scorso anno le corse saranno calendarizzate non solo per il fine settimana, ma anche per i vari ponti e le giornate di festa che muovono flussi turistici più importanti".