Martana Viaggio sotterraneo nella Storia

Oltre mille persone da tutta Italia hanno visitato il ’tunnel’ antiaereo aperto dal Fai. Montesarchio: "Record di presenze"

Martana Viaggio sotterraneo nella Storia

Martana Viaggio sotterraneo nella Storia

Oltre mille persone da tutta Italia, un via vai di curiosi e appassionati di storia lo scorso weekend si è registrato al Rifugio Antiaereo della Martana per la 12esima edizione delle Giornate FAI d’autunno, il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. L’iniziativa di quest’anno ha registrato il maggior numero di visitatori di sempre con un numero di 340mila partecipanti in tutta Italia.

Le Giornate FAI (sia di primavera che d’autunno), da qualche anno, sono ormai diventate il simbolo di una vocazione collettiva che anima i volontari del gruppo FAI di Massa - Carrara il cui obiettivo è e rimane quello di continuare a valorizzare l’incredibile patrimonio culturale ed artistico della Provincia. "Siamo orgogliosi, come Volontari FAI, di aver contribuito a far conoscere alla nostra provincia e non solo un luogo così speciale come il Rifugio Antiaereo della Martana a Massa, testimonianza delle atrocità che si sono consumate durante la seconda guerra mondiale – dice Samantha Montesarchio, Capogruppo del Gruppo FAI di Massa Carrara – L’afflusso di visitatori è andato oltre ogni aspettativa ed è per noi un grandissimo traguardo che testimonia il duro lavoro che continuiamo a fare ogni anno per la comunità. Siamo un gruppo piccolo ma assolutamente volenteroso nel voler continuare a valorizzare il più possibile le meraviglie storiche e culturali della nostra provincia e, per noi, l’affetto dei visitatori che riceviamo ad ogni nostra apertura rappresenta la perfetta ricompensa che comprova quanto il nostro operato sia costantemente apprezzato dalla collettività. Ci tengo a ringraziare calorosamente tutti gli altri volontari FAI che hanno contribuito al successo di queste giornate, i volontari dell’associazione PromoCultura e i volontari della Croce Rossa Massa Carrara che ormai da anni ci supportano durante tutti i nostri eventi. Senza questo incredibile team di lavoro non potrei essere qui a raccontarvi del successo di queste due giornate".

Negli anni il sodalizio apuano ha collezionato innumerevoli aperture (tra cui il sito archeologico di Fossa Cava, il treno ospedale Cento Porte della Croce Rosse Italiana al CODAM di Marina di Massa, Villa Dosi Delfini a Pontremoli e l’Accademia di Belle Arti di Carrara) culminati con l’incredibile record che si è registrato quest’anno per l’apertura straordinaria del Rifugio Antiaereo della Martana nel centro storico di Massa. In due sole giornate, infatti, il rifugio ha visto un afflusso di più di mille visitatori provenienti non solo dalle zone limitrofe della provincia ma da tutta Italia, un record mai registrato prima da quando il rifugio è stato riaperto nel 2006.

Il gruppo FAI di Massa Carrara sarà prossimamente impegnato nelle aperture alle Giornate FAI di Primavera che si terranno tra fine marzo e inizio aprile 2024 ma ad oggi ancora nessuna indiscrezione circa il bene che decideranno di aprire per questa occasione. Il Rifugio Antiaereo della Martana, invece, continuerà ad essere gestito da PromoCultura e rimarrà visitabile il sabato dalle 16 alle 18.