L’intervento della polizia
L’intervento della polizia

Massa Carrara, 3 agosto 2018 - «In quella casa stanno litigando di brutto, dovete intervenire». La telefonata è partita dagli abitanti di una palazzina del centro. E in effetti nell’appartamento accanto era in corso una furibonda lite coniugale, a quanto pare l’ennesima da un po’ di tempo a questa parte. Poi il caldo africano di questi giorni ha sicuramente contribuito a incendiare gli animi fra marito e moglie. Ma all’arrivo degli agenti si è presentata la scena diametralmente opposta a quella che si sarebbero aspettati. La moglie era in piedi in mezzo alla sala, tranquilla e senza un graffio, mentre il marito era seduto su una poltrona dolorante. Già perchè ad avere la peggio nella furobonda lite familiare è stato lui, letteralmente sopraffatto dalla furia della moglie. Non è chiaro chi e per cosa abbia iniziato la discussione, di certo c’è che il «sesso debole» ha avuto la meglio a suon di schiaffoni in faccia ... morsi sulle braccia.

Poi vista la malaparata il marito ha cercato di sottrarsi alla scarica di colpi e dentate, fino all’arrivo della polizia. Gli agenti hanno ascoltato il racconto di entrambi fra scambi di accuse reciproci, accuse e frasi al vetriolo. «E’ stata lei ad aggredirmi, mi ha preso a schiaffi e morso» ha raccontato il marito ancora sconvolto per quanto accaduto. «Mi sono solo difesa» la risposta piccata. Saranno ora i coniugi a decidere se denunciarsi a vicenda affidando la cosa ai rispettivi avvocati, oppure sotterrare l’ascia di guerra per cercare di ricostruire un menage familiare. Finale curioso, quando l’uomo è andato a farsi refertare al pronto soccorso per le ferite riportate sotto i colpi della moglie: la vittima della lite era chiaramente lui ma a quanto pare è stato comunque attivato il «codice rosa», di prassi quando la vittima di violenze (lite familiare o aggressione) è una donna. Ma stavolta la cosa è andata diversamente.

c.mas.