Israele-Palestina, stop alla violenza. Presidio per la pace oggi in piazza

Oggi a Massa si terrà un presidio per la pace in Israele-Palestina, promosso da associazioni, movimenti e partiti. Condanniamo la violenza e chiediamo a Hamas e Israele di cessare le ostilità e rispettare i trattati internazionali.

"Israele-Palestina: fermiamo la violenza e riprendiamo per mano la pace". Con questo slogan si terrà oggi a Massa un presidio promosso dall’Accademia apuana per la pace a cui hanno aderito numerosi movimenti, associazioni e partiti. "Condanniamo l’ignobile e brutale atto di aggressione di Hamas contro la popolazione civile Israeliana – affermano i promotori – al quale si è aggiunta la barbara pratica della presa di ostaggi. Siamo di fronte alla violazione di tutti i trattati e le convenzioni internazionali. Non vi è giustificazione alcuna per l’operato di Hamas, neppure la disperazione e l’esasperazione del popolo palestinese. La nostra condanna contro ogni forma di violenza, di aggressione e di rappresaglia contro la popolazione civile, sia palestinese e sia israeliana, è assoluta. Hamas deve immediatamente rilasciare gli ostaggi e cessare le ostilità, Israele non deve reagire con la sua potenza militare contro la popolazione della Striscia di Gaza. Ci appelliamo all’Onu". Hanno aderito Anpi, Arci, Associazione 31 Settembre, Casa Betania, Dal libro alla Solidarietà, Mondo Solidale, Azione Cattolica Diocesana, Cantiere per la Pace della Lunigiana, Cgil, Chiesa Evangelica Metodista, Git Lucca-Massa Carrara Banca Erica, La Pietra Vivente, Legambiente, Alleanza Verdi e Sinistra, Archivi della Resistenza, Associazione Benetti, Associazione Mycelium, Collettivo Tirtenlà, Il Coraggio della Pace-Disarma, Nuovi Paesaggi Urbani, Rifondazione Comunista, Politikè, Associazione Marocco-Assadaqa Amicizia, Moschea di Massa, Agogo Aulla, Pd, Movimento 5 Stelle e Non Una di Meno.