"Interventi per autonomi e imprenditori"

Il consigliere regionale Pd Giacomo Bugliani ha presentato un'interrogazione per promuovere proposte sulla disabilità e lavoro, in risposta all'appello dell'associazione Lapet. Le proposte includono l'unificazione dei soggetti con disabilità, agevolazioni e supporto ai professionisti disabili. Bugliani chiede alla Giunta regionale di considerare le istanze dell'associazione Lapet.

"Interventi per autonomi e imprenditori"
"Interventi per autonomi e imprenditori"

Lavoro e disabilità: il consigliere regionale Pd, e presidente della commissione affari istituzionali, Giacomo Bugliani, ha presentato un’interrogazione per promuovere alcune proposte da inserire all’interno della legge delega in materia di disabilità e lavoro raccogliendo l’appello dall’associazione territoriale Lapet. "Il percorso di riorganizzazione delle misure per garantire alle persone con disabilità il riconoscimento della propria condizione e il pieno esercizio dei propri diritti – afferma Bugliani – è un’occasione per promuovere alcuni interventi importanti rivolti anche agli imprenditori e ai liberi professionisti con disabilità. L’Associazione nazionale tributaristi Lapet ha individuato una serie di strumenti essenziali per poter svolgere il lavoro nel miglior modo possibile. Un impegno portato avanti, in modo particolare, dalla sede Lapet del nostro territorio e dal suo presidente provinciale, Luigi Covelli, membro dell’Osservatorio provinciale sulla condizione delle persone con disabilità e delegato allo sviluppo delle problematiche dei professionisti legati alla disabilità come consigliere nazionale dell’associazione".

"Tra le proposte – continua Bugliani – quella di riunire in un’unica categoria tutti i soggetti con disabilità; di analizzare le varie forme di agevolazioni; di indicare la possibilità di estendere l’indennità di disoccupazione mensile ’Dis-coll’; di supportare i professionisti con disabilità prevedendo un accesso agevolato al credito. Si tratta di misure che potrebbero avere un chiaro impatto sulla riorganizzazione del comparto che dovrà essere realizzata dal Governo entro il 15 marzo. Per questo con un’interrogazione chiedo alla Giunta regionale di attivarsi nei confronti dell’esecutivo nazionale affinché sia valutato e preso nella dovuta considerazione il complesso di istanze redatto dall’associazione Lapet".