Il presidente del Consorzio Toscana Nord, Ismaele Ridolfi
Il presidente del Consorzio Toscana Nord, Ismaele Ridolfi

Carrara, 10 settembre 2019 -  Non solo le pulizie dei torrenti e dei fiumi, ma anche uno sguardo all'energia rinnovabile. Il Consorzio di bonifica aderisce al Consorzio energia toscana e ottiene l’attestato energetico di A2A per fonti rinnovabili. Una scelta di campo da parte dell’ente che ha aderito al progetto e convertito tutte le fonti di approvvigionamento dell’energia utilizzando solo quella verde, prodotta cioè da fonti rinnovabili.

L’ente ha optato quindi interamente per l’energia “green” per svolgere le numerose attività a cominciare dal funzionamento degli impianti idrovori. Una precisa scelta dettata e fortemente voluta dal presidente, Ismaele Ridolfi, molto sensibile alle tematiche ambientali: «Sempre più aziende del mondo scelgono l’energia “verde” per alimentare la loro attività. Lo rivelano i dati pubblicati da Bloomberg new energy finance, che spiegano come nel corso del 2018 la quantità di energia proveniente da fonti rinnovabili acquistata dalle aziende di tutto il mondo, attraverso contratti a lungo termine, è più che raddoppiata rispetto al 2017. Il numero di enti, pubbliche amministrazioni e aziende che preferiscono eolico, fotovoltaico e altre energie pulite per mandare avanti il proprio business è quindi molto in crescita. Il nostro motivo è etico e legato alla coerenza con la mission aziendale, ma è anche una questione di economicità: sono sempre di più gli incentivi e i fondi di investimento il cui accesso è vincolato al rispetto di determinati requisiti in materia di tutela dell’ambiente e sostenibilità ambientale». In quest’ottica il Consorzio sta provvedendo anche all’acquisto di due auto-elettriche.