L'esterno della struttura abusiva "Il Giardino fiorito"
L'esterno della struttura abusiva "Il Giardino fiorito"

Carrara, 23 gennaio 2018 -  È stata condannata a 3 anni e due mesi Luana Ginesi, titolare della casa di riposo 'Giardino fiorito' di Marina di Carrara. Due anni, invece, per le sue collaboratrici, Simonetta Menconi e Sara Luisotti. Queste le condanne decise dal giudice dal tribunale di Massa al termine del processo per maltrattamenti sugli anziani ospiti della struttura. Le tre le imputate hanno patteggiato la pena: Ginesi, arrestata lo scorso agosto, dovrà scontarla ai domiciliari, mentre per le sue collaboratrici il giudice ha deciso la sospensione.

L'inchiesta portata avanti dal sostituto procuratore Alessandra Conforti e dalla guardia di finanza ricostruì, dopo mesi di intercettazioni ambientali e video, le pratiche all'interno della casa di riposo: dall'acqua negata agli anziani per evitare di doverli accompagnare in bagno, o di cambiare loro le lenzuola, alla minaccia di legarli al letto per indurli alla calma, ma anche una quotidianità fatta di insulti, botte e minacce continue, oltre che di ansiolitici e tranquillanti usati in «quantità smodate e incontrollate, senza alcuna prescrizione medica».