Fiamme Gialle
Fiamme Gialle

Massa, 24 giugno 2019 - La Guardia di finanza ha sequestrato beni immobili per 600mila euro a due imprenditori che operano nel settore dell'intermediazione del commercio del marmo, amministratori di una società con sede a Massa. Nel corso degli accertamenti fiscali sono emerse ripetute violazioni tributarie tra cui la mancata dichiarazione dell'Iva per il 2016 e il 2017.

Nel complesso i finanzieri hanno accertato ricavi sottratti all'imposizione fiscale per 3,3 milioni per un'evasione d'Iva di 664mila euro. Posti sotto sequestro preventivo due appartamenti a Milano, un lussuoso attico a Massa e quote di unità immobiliari a Massa e a Castel del Piano (Grosseto). Le indagini hanno ricostruito il fatturato aziendale e individuato l'imprenditore che, dietro lo schermo di un amministratore formale che fungeva da prestanome, operava le scelte aziendali in maniera occulta.