Crociere, ieri due mega navi. Scesi a Marina 4500 turisti. Raddoppiati bus per il centro

Intensificati i servizi e le corse per consentire a chi voleva restare in città spostamenti autonomi. Il responsabile Giacomo Erario: "Tutto è filato liscio: l’accoglienza ha funzionato alla perfezione" .

Crociere, ieri due mega navi. Scesi a Marina 4500 turisti. Raddoppiati bus per il centro

Crociere, ieri due mega navi. Scesi a Marina 4500 turisti. Raddoppiati bus per il centro

Sono stati circa 4500 i croceristi sbarcati ieri nel porto di Marina. A gettare le ancore due distinte navi da crociera: la ‘Scarlet Lady’ della Virgin Cruises e la ‘Serenade of the seas’ della Royal Carribean, che sta facendo il giro del mondo. Tutto è filato liscio e la macchina dell’accoglienza non ha perso un colpo. Tanti i croceristi che hanno deciso di restare tra Marina e Carrara, complice la bella giornata di sole per un bagno al mare e un po’ di tintarella e il fascino delle cave di marmo, che come sempre non deludono i visitatori. Per agevolare lo spostamento dei croceristi l’assessore al turismo Lara Benfatto ha fatto raddoppiare le corse da Marina a Carrara, in modo da consentire a chi non ha voluto affidarsi a qualche compagnia o tour operator di muoversi in autonomia. Molto gettonato anche il trenino turistico che da Marina arrivava fino al centro storico di Carrara. Per consentire a chi non è voluto restare in città di raggiungere le città vicine, è stato raddoppiato anche il posto riservato ai pullman e ai vari mezzi di trasporto autorizzati.

"Tutto è filato liscio e i croceristi hanno potuto godersi questa giornata a Carrara o nelle mete vicine – commenta il responsabile delle crociere Giacomo Erario –, il Comune ha raddoppiato le linee verso Carrara e aumentato il numero di mezzi per raggiungere le varie destinazioni. Le mete prescelte sono stati i tour in jeep nelle cave di Marmo, Forte dei Marmi e le città d’arte come Pisa, Lucca e Firenze. Sono scese circa 4500 persone, ma come sempre una percentuale che va dal cinque al dieci per cento decide di restare a bordo. L’unico problema riscontrato tipico del nord Italia è la difficoltà di reperire bus e autisti, ma il Comune aveva raddoppiato gli autobus compensando a questa mancanza".

Per chi non lo sapesse la ‘Scarlet lady’ è l’ammiraglia della Virgin Cruises in grado di trasportare 2770 passeggeri più i 1160 membri dell’equipaggio, mentre la gigantesca ‘Serenade of the Seas’ della Royal Caribbe International con i suoi 13 ponti e 1050 cabine, di passeggeri ne può trasportare fino a 2051. I prossimi approdi sono previsti per il prossimo lunedì con l’arrivo dell’Athena della Grande circle cruise.

Alessandra Poggi