Accademia, Passa non molla: "Una sentenza poco chiara"

Il presidente riunisce il cda per interpretare il verdetto del Consiglio di Stato sulla nomina del direttore "Nessuno dice che dovrà essere Baudinelli. Vedremo quale via percorrere insieme al ministero".

Accademia, Passa non molla: "Una sentenza poco chiara"

Il presidente dell’Accademia Antonio Passa intende interpretare la sentenza del Consiglio. di Stato definendola ’poco chiara’

"Non è detto che il professor Marco Baudinelli diventi il nuovo direttore, la sentenza non è chiara". Non cede il presidente dell’Accademia Antonio Passa dopo la sentenza del Consiglio di stato, che ha confermato il giudizio del Tar Toscana promosso da Baudinelli contro la mancanza di requisiti di Silvia Papucci a ricoprire la carica di direttrice. Intanto mercoledì si riunirà il consiglio di amministrazione per decidere come applicare la sentenza del Tar.

"Mercoledì oltre ai componenti del consiglio di amministrazione ci sarà anche un rappresentante del ministero – spiega il presidente Passa –, perché il cda non ha un ufficio giuridico. Cercheremo di dare la giusta interpretazione in base alle leggi, ma la sentenza non è chiara. La sentenza non dice che Baudinelli diventa il nuovo direttore in automatico, altrimenti sarebbe già stato nominato". Passa poi risponde alle accuse della Cgil che parla di "caos in Accademia". "La Cgil sbaglia perché la sentenza non è chiara – prosegue –, e invece di sparare sul presidente farebbe bene a fare il suo lavoro. In Accademia non c’è nessun caos, se c’è stato è stato in precedenza. Più volte ho invitato la direttrice Papucci a nominare gli organi, e questo non è il compito del cda. Il nostro compito è solo quello di seguire il bilancio non di fare politica o intervenire sulla didattica. Il cda farà il possibile per soddisfare la sentenza del Consiglio di Stato e quella del Tar Toscana, ma sparare sull’Accademia equivale a un danno di immagine. L’Accademia ha sempre sfornato prodotti culturali di altissima qualità, è un fiore all’occhiello delle Accademie mondiali e ha sempre lavorato con grande scrupolo".

Sulla questione promette battaglia il consigliere comunale del gruppo civico Massimiliano Bernardi. "Siamo sconcertati dall’atteggiamento del presidente – scrive Bernardi –, figura completamente avulsa dal contesto territoriale, che si sarà visto in Accademia una decina di volte in sei anni. Perché non vuole che sia nominato Baudinelli? L’unica cosa che può fare Passa per non gettare ulteriormente l’Accademia nel caos, è di permettere alla commissione elettorale di fare ciò che le sentenze chiedono: verificare che Baudinelli abbia i requisiti e nominarlo direttore dell’Accademia. Sarà mia premura presentare denuncia alla Procura della repubblica nei confronti di chi ostacola la nomina di Baudinelli".