di Natalino Benacci La bellezza ispira gli artisti. A Lunisiana Soul, la tenuta di Zucchero nella campagna di Pontremoli, nei giorni scorsi è arrivato Sting, già frontman dei Police e poi grandissimo solista, che ha venduto nel mondo oltre 100 milioni di dischi. Non è la prima volta che Adelmo Fornaciari ospita l’amico. In diverse occasioni i due artisti hanno trascorso insieme periodi di vacanza, come due anni fa quando a casa Sting a Figline Valdarno si sono esibiti in una versione di...

di Natalino Benacci

La bellezza ispira gli artisti. A Lunisiana Soul, la tenuta di Zucchero nella campagna di Pontremoli, nei giorni scorsi è arrivato Sting, già frontman dei Police e poi grandissimo solista, che ha venduto nel mondo oltre 100 milioni di dischi. Non è la prima volta che Adelmo Fornaciari ospita l’amico. In diverse occasioni i due artisti hanno trascorso insieme periodi di vacanza, come due anni fa quando a casa Sting a Figline Valdarno si sono esibiti in una versione di “Senza una donna“. La fattoria di Zucchero nei Chiosi è un posto speciale per vivere gli affetti e l’amicizia, ma anche il lavoro. Tante canzoni sono nate a Pontremoli nel “buen retiro“, dove anni fa svolazzava il mitico “funky gallo“ e anche in questi giorni di relax i due amici hanno trascorso momenti in cui si sono divertiti a fare musica per diletto personale, condivisa poi da Zucchero anche su Facebook. Dove è stato postato un video che riprende un duetto con Sting alla chitarra e Zucchero solo voce, del brano dell’artista inglese “Fields of Gold“, tradotta in italiano.

Ma la vacanza è anche scoperta, escursione dell’anima, attenzione alle bellezze e ai sapori di una terra. Così domenica non poteva mancare la degustazione di un gelato al Bar Moderno, dove Sting ha provato il fiordilatte della casa, mentre Zucchero ha preferito portarsi a casa una vaschetta multigusto. Ma non è mancato nemmeno il momento dedicato alla cultura con la visita al castello del Piagnaro e alle statue stele assieme alla guide di Sigeric. Multimediale e suggestivo la sorprendente scenografia ha colpito molto Sting così come il mistero che aleggia intorno alle sculture. Domenica sera poi Zucchero e Sting accompagnati dalle rispettive mogli, Francesca Mozer e Trudie Styler, hanno fatto un salto a Pietrasanta per applaudire nel Chiostro di Sant’Agostino l’ultima serata di “Pietrasanta in Concerto“, rassegna internazionale di musica da camera ideata e diretta da Michael Guttman e promossa dall’Associazione Musica Viva e dal comune. Una serata ai vertici mondiali della musica, cha ha registrato il tutto esaurito e che ha visto esibirsi Andrea Griminelli, flautista numero uno al mondo nonché grande amico di Sting e Zucchero, insieme alle star di fama internazionale di Pietrasanta in concerto: la violoncellista Jing Zhao, i pianisti Roberto Prosseda e Vanessa Benelli Mosell e il clarinettista Pierre Genisson, convocati tutti dallo stesso Michael Guttman, protagonista anche sul palco con il suo violino.