Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
22 giu 2022

Veronesi replica a Calenda: "E’ lui il vero traditore..."

22 giu 2022
Alberto Veronesi
Alberto Veronesi
Alberto Veronesi
Alberto Veronesi
Alberto Veronesi
Alberto Veronesi

Alberto Veronesi, candidato sindaco del Terzo polo, replica a Calenda che l’aveva definito “un incapace“ per aver annunciato il voto a favore di Mario Pardini.

"Carlo Calenda – scrive Veronesi – mi dà del traditore per il mio appoggio a Pardini per sindaco di Lucca. Il traditore è lui. Mario Pardini fino a una settimana fa era il candidato scelto da Azione in caso di ballottaggio. Fino a una settimana fa Azione era un partito di centro e la vicenda Genova lo dimostra. Poi c’è stata la caduta da cavallo sulla via di Damasco. Mercoledì scorso Letta e Calenda si sono incontrati, come riportato ieri sul Foglio, e hanno fatto l’accordo nazionale, Azione è diventata in pratica una corrente del Pd. A quel punto Improvvisamente Pardini è diventato un fascista, io sono diventato un incapace e un traditore".

"Mercoledì scorso, mentre io con i coordinatori del territorio di Azione, Piu Europa e Italia Viva, a fronte di testimoni, eravamo al tavolo con Pardini per siglare l’accordo, Calenda firmava a Roma sulla loro testa. Faccio un appello contro questa vecchia politica di accordi nazionali che si fanno sulla testa dei cittadini delle città".

"Gli ultimi 10 anni di amministrazione a Lucca sono stati un disastro di fallimenti continui con una classe politica assolutamente inefficace e inconcludente. Io dico, appoggiamo Mario Pardini perché abbiamo finalmente la possibilità di far decollare Lucca con un candidato civico, che viene dalla società civile, un manager di successo, non un burocrate di partito. Pardini non ha in coalizione né Casapound, né No Vax, né antidemocratici. La coalizione che sostiene Pardini è esattamente la stessa di quella che ha sostenuto Bucci a Genova che ha vinto con il 55%. Tre liste civiche più i partiti tradizionali del centrodestra. Sosteniamo convintamente Mario Pardini e andiamo a voltare pagina per l’altra Lucca che abbiamo sempre voluto".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?