“Una marcia in più“. Scatta da lunedì la nuova rivoluzione del trasporto pubblico

Corse gratuite i primi tre giorni sulle “Linee +“ (ex LAM) e sulla “Linea 4“. L’assessore Santini: "Soddisfatti perché dopo molti anni siamo riusciti. a potenziare il trasporto pubblico urbano, aumentando chilometri e linee".

“Una marcia in più“. Scatta da lunedì la nuova rivoluzione del trasporto pubblico
“Una marcia in più“. Scatta da lunedì la nuova rivoluzione del trasporto pubblico

La prima novità di questo 2024 riguarda la rivoluzione del trasporto pubblico, con il nuovo piano recentemente presentato dal Comune di Lucca a stampa e cittadini, che entrerà in vigore da lunedì 8 gennaio. Dopo anni di sostanziale stallo – sottolinea il Comune – il trasporto urbano dei bus sarà protagonista di un deciso un potenziamento delle linee e delle corse, con un significativo aumento dei chilometri complessivi percorsi dalle tratte. Si passa infatti da 1.687.861 km attuali a 1.952.926 km, quindi 265mila km in più.

Per lanciare le numerose novità previste, nei primi tre giorni del nuovo piano (l’8, 9 e 10 gennaio) le ex LAM (che diventeranno Linee+) e la nuova linea 4 saranno gratuite per tutti i cittadini. Il nuovo TPL è stato studiato e realizzato dagli uffici competenti del Comune di Lucca, sotto l’impulso ed il coordinamento dell’assessore con delega alla mobilità Remo Santini, in concerto con i vertici di Autolinee Toscane.

“Siamo soddisfatti del lavoro svolto – ha dichiarato l’assessore Santini – con cui dopo molti anni siamo riusciti a potenziare il trasporto pubblico urbano, aumentando chilometri e numero di linee. Molte delle modifiche apportate sono state definite in seguito ai numerosi incontri avvenuti con utenti e sindacati, per individuare le maggiori esigenze dei cittadini e le priorità. Le altre segnalazioni e richieste sono state prese in carico e potranno essere implementate, in seguito alle intense azioni di monitoraggio che intendiamo mettere in atto per quello che è uno dei servizi più importanti per la città. Un grande sforzo compiuto in sinergia con Autolinee Toscane, Regione Toscana e Provincia di Lucca, che ringraziamo. Confidiamo adesso in una positiva risposta dei cittadini, incentivati forse come non mai ad usufruire del trasporto pubblico e di un servizio efficiente”.

Sono state innanzitutto mantenute invariate le linee a frequenza più significative che collegano il territorio lucchese. Linee che per loro natura sono utili al pendolarismo scolastico, ma anche al pendolarismo lavorativo, al turismo e agli spostamenti occasionali. I nomi delle vecchie LAM (Blu, Rossa e Verde) verranno sostituiti con i numeri 1+, 2+ e 3+, al fine di facilitarne la riconoscibilità.

I percorsi di queste linee restano inalterati, ad eccezione della Lam Verde (presto 3+), il cui percorso è stato allungato, prevedendo il transito dal cimitero comunale e dal parcheggio Palatucci, che per la prima volta viene collegato al centro storico. A grande richiesta torna inoltre attivo il servizio urbano festivo mattutino. Infine per la prima volta è previsto un collegamento con l’Agenzia delle entrate.

E’ stata poi introdotta la linea 4: “Stazione FS-Cadorna - Romana - Tiglio - Ingrillini- Mugnano”. La nuova linea, attiva nei giorni feriali, collegherà la stazione in direzione Mugnano, passando dai quartieri dell’Arancio e di San Filippo; in direzione opposta transiterà invece dai quartieri Arancio-San Filippo e a seguire dal centro città. Questa nuova linea consentirà di servire la zona Arancio e dintorni con i centri medici annessi, che risultava scoperta, e di abbattere tempi di collegamento tra Pontetetto, uno dei quartieri più popolosi della periferia, il centro storico e il quartiere di Sant’Anna con la linea 5.