Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
27 apr 2022

Un “giorno in pretura“ per gli studenti dei licei

La Camera penale ha selezionato tre classi delle 23 partecipanti al progetto Miur: venerdì assisteranno a un processo simulato

27 apr 2022
Processo in corso in un aula di tribunale (foto d’archivio)
Processo in corso in un aula di tribunale (foto d’archivio)
Processo in corso in un aula di tribunale (foto d’archivio)
Processo in corso in un aula di tribunale (foto d’archivio)
Processo in corso in un aula di tribunale (foto d’archivio)
Processo in corso in un aula di tribunale (foto d’archivio)

Dalla teoria alla pratica. Dopo gli incontri nozionistici di diritto penale nelle scuole superiori, il presidente Gerardo Boragine apre le porte del tribunale agli studenti, per assistere da vicino a un processo simulato. È questo il secondo step del progetto Miur della Camera penale di Lucca volto a spiegare ai giovani la figura, e il lavoro, dell’avvocato, analizzando quella che è la grammatica del processo penale e rendendola il più comprensibile possibile per chi non è del mestiere, con un focus particolare sul ruolo dell’avvocato. Questo per superare in qualche modo l’idea diffusa nell’immaginario collettivo che vuole il magistrato come unico baluardo della legalità, e tende a identificare l’avvocato nell’antagonista. Lo scopo, quindi, dell’iniziativa promossa dalla camera penale è quello appunto di fornire alle nuove generazioni (magari futuri avvocati, magistrati etc.) una visione inedita del processo, che valorizzi il ruolo della difesa e li faccia riflettere sui casi pratici tratti dalla cronaca giudiziaria, con particolare attenzione anche alla situazione delle carceri italiane e al ruolo che avere la stampa nella spettacolarizzazione, o comunque nel raccontare un processo.

Alla fine di ogni incontro le classi hanno dovuto rispondere a un questionario, tenendo anche presente le diverse sensibilità presenti in aula. Tra le 23 che hanno partecipato, alcune si sono distinte soprattutto per la loro capacità di mettere in piedi e gestire un confronto, i cui risultati sono poi emersi nelle risposte, e anche per la ricerca effettuata sui temi e sui principi costituzionali affrontati durante gli incontri.

Ecco perché a partecipare al processo simulato, che si terrà venerdì, saranno in tre: la 5E del liceo Barsanti e Matteucci di Viareggio, la 5CSU del liceo Chini Michelangelo di Lido di Camaiore e la 4afmsia dell’Isiss Piana di Lucca di Porcari. Il processo sarà celebrato dalla dottoressa Nidia Genovese, la pubblica accusa sarà rappresentata dal VPO dott.ssa Michela Malfatti, mentre gli avvocati della camera penale, tra cui Micaela Bosi Picchiotti e Marco Treggi, per un giorno saranno imputati, parti civili, cancellieri, testimoni e ufficiali di P.G. Un’altra classe ancora, la 5a dell’Isi Garfagnana Itc Campedelli di Castelnuovo, parteciperà invece a una visita al carcere San Giorgio, a maggio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?