Transizione verde. Capannori protagonista. Comune capofila di progetti green dell’Ue

Soddisfazione da parte dell’amministrazione: "Siamo molto felici"

Transizione verde. Capannori protagonista. Comune capofila di progetti green dell’Ue

Transizione verde. Capannori protagonista. Comune capofila di progetti green dell’Ue

Capannori protagonista di due progetti europei (di cui uno è capofila proprio il Municipio di piazza Moro), per accompagnare le imprese nella cosiddetta transizione verde. Tutto ciò attraverso il primo bando del Programma INTERREG Italia-Francia Marittimo 2021-2027 dell’Unione Europea. I progetti sono frutto di una collaborazione del Parco Scientifico di Capannori per l’economia circolare con soggetti chiave sia istituzionali che del sistema produttivo. "Siamo molto soddisfatti di essere entrati a far parte, in un caso come Comune capofila, di questi due importanti progetti finanziati dall’Unione Europea, con i quali si vuole favorire concretamente la transizione ecologica delle aziende che è una delle mission in un’ottica di economia circolare del nostro Parco scientifico -afferma l’assessore all’innovazione e al polo tecnologico, Lucia Micheli-. Oggi è divenuto indispensabile adeguare i processi produttivi delle aziende di ogni dimensione allo sviluppo sostenibile, con la creazione di nuove figure professionali e dar vita a innovazioni organizzative, di processo, di servizio e di marketing basate sull’economia circolare.

Obiettivi importanti cui mirano questi due progetti europei che puntano anche a riequilibrare il gap tra la crescita della richiesta di nuove figure professionali e un‘offerta non ancora adeguata alle necessità". Il progetto ‘Extravert’ – Esperti per la transizione verde transfontaliera (budget complessivo 1.665.385,60 euro) affronta la sfida territoriale della creazione e dell’inserimento professionale della innovativa figura del "Green Manager".

In tutti i territori dell’area di cooperazione transfrontaliera (Toscana, Liguria, Sardegna, Corsica e Regione PACA in Francia) si sta ridisegnando la mappa delle professioni "green" introducendo nuovi profili. Il progetto ‘Open Circular’ (budget complessivo 1.665.138,49 euro) di cui è capofila la Camera di Commercio del Var (Nizza) si propone di sostenere la competitività e la transizione verde delle piccole e medie imprese introducendo innovazioni organizzative, di processo, di prodottoservizio e di marketing basate sull’economia circolare e sviluppate all’interno di "Living Lab" locali.

Massimo Stefanini