Tempistiche rispettate. E sono pronte e adeguate alle distanze richieste dalle normative per la riapertura in presenza fisica delle scuole il 14 settembre. La primaria "Lorenzo Nottolini" di Guamo e la "Luigi Boccherini" di Segromigno in Piano, grazie a un maxi-investimento di 1 milione e 800 mila euro da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Menesini e grazie anche ai lavori svolti in estate a tempi, si può dire, di record, cominceranno al...

Tempistiche rispettate. E sono pronte e adeguate alle distanze richieste dalle normative per la riapertura in presenza fisica delle scuole il 14 settembre. La primaria "Lorenzo Nottolini" di Guamo e la "Luigi Boccherini" di Segromigno in Piano, grazie a un maxi-investimento di 1 milione e 800 mila euro da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Menesini e grazie anche ai lavori svolti in estate a tempi, si può dire, di record, cominceranno al didattica in tranquillità. Certo, non con animo leggero perché gli effetti della pandemia dovuta alla diffusione del virus Covid-19 ha lasciato strascichi non indifferenti anche nella gestione dell’istruzione primaria. L’obiettivo è quindi quello di guardare al futuro, certamente rispettando le norme di sicurezza e di tutela della salute, in primis per il bene dei piccoli studenti.

Dunque veniamo allo specifico degli interventi. Nei due plessi, che si trovano rispettivamente in via di Sottomonte e in via dei Bocchi, sono in corso opere di miglioramento sismico, efficientamento energetico, ristrutturazione igienico sanitaria e miglioramento della normativa di prevenzione degli incendi, oltre ovviamente agli adeguamenti per la sicurezza rispetto al Covid-19. Gli interventi, però, sono appunto quasi ultimati.

L’importo come detto è cospicuo, di 1 milione e 800 mila euro proviene per 1 milione e 100 mila euro da un finanziamento del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur), mentre i restanti 700 mila euro provengono da un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e da risorse proprie del Comune di Capannori.

Nello specifico, l’investimento per la scuola elementare di Guamo ammonta a un milione e 35 mila euro; quello per la omologa di Segromigno in Piano è di 700 mila. In entrambi gli edifici sono stati rifatti il tetto e il solaio di copertura. Oltre a questo è già prevista la realizzazione un cosiddetto "cappotto" esterno, sempre in linea con la politica dell’efficientamento energetico, e verrà inoltre ristrutturato lo spazio interno con il completo rifacimento delle pavimentazioni e dei servizi igienici. Soddisfatto l’assessore Francesco Cecchetti: "Oltre a queste opere che rendono più belle e soprattutto più sicure queste due scuole, stiamo predisponendo anche nelle altre per ricavare aule e garantire gli spazi".

Ma.Ste.