Rinaldo Traini (foto fumettologica)
Rinaldo Traini (foto fumettologica)

Lucca, 4 gigno 2019 - "Ho il triste compito di annunciare la scomparsa di Rinaldo Traini. Figura fondamentale per il fumetto italiano, amico carissimo e grande maestro". Con un post su Facebook Roberto Genovesi, direttore artistico di Cartoons on the Bay e storico collaboratore di Traini, annuncia la morte, a 88 anni, di Traini, scrittore e sceneggiatore, nonché tra gli organizzatori nel 1965 del Salone Internazionale dei Comics a Bordighera, manifestazione trasferitasi poi a Lucca dall’anno successivo e diventata in pochi anni il principale evento italiano dedicato al fumetto. 

"Condivideva con Sergio Bonelli  -si legge nel post - l'idea del fumetto come arte, come valore culturale. Un'idea che ha trasfuso con passione in tutte le meravigliose opere pubblicate con la Comic Art e che ha valorizzato oltremisura con l'intuizione del Salone di Lucca e di Expocartoon con cui ha portato il fumetto a confrontarsi e a dialogare con tutti gli altri linguaggi della creatività per costruire un solo, grande arcobaleno su cui hanno camminato tante generazioni di appassionati. Ha scoperto e pubblicato tantissimi tra coloro che oggi sono considerati maestri del settore. Il mondo del fumetto ma anche quello del cartone animato, dei videogiochi gli devono molto. Io gli devo molto e non lo dimenticherò mai".