Carabinieri in una foto di repertorio
Carabinieri in una foto di repertorio

Lucca, 22 agosto 2019 - È terminata con l'arresto di una donna lucchese di 40 anni con l'accusa di estorsione, la scappatella estiva di un cinquantenne che approfittando dell'assenza della moglie, aveva deciso di concedersi un'avventura con una conoscente di vecchia data.

La donna però, dopo l'incontro, aveva iniziato a minacciare l'uomo di rivelare tutto alla consorte, fingendo di avere un filmato della relazione e chiedendogli denaro in cambio del suo silenzio. Oltre alle telefonate minatorie era arrivata fino a presentarsi personalmente a casa dell'ex amante per proseguire con le minacce.

A quel punto il cinquantenne, sempre più preoccupato, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. I militari hanno dunque dato indicazioni all'uomo di fingere di cedere al ricatto e di presentarsi all'appuntamento. Ma al suo posto la donna ha trovato gli investigatori che l'hanno colta sul fatto nonostante le sue rimostranze e giustificazioni di essere estranea ai fatti. Per lei sono scattate le manette con l'accusa di estorsione e gli arresti domiciliari in attesa della convalida