Polizia
Polizia

Lucca, 28 febbraio 2021 - Il pensionato vandalo di San Concordio è tornato all'azione, per l'ennesima volta, e per l'ennesima volta, è stato visto da alcuni testimoni, quindi denunciato e arrestato. Si diverte così, pare, danneggiando le auto in sosta, come più volte giù in passato, o le piante di un bar, come accaduto stamani, domenica 28 febbraio.

G.P., 76 anni, ex artigiano, è stato tratto in arresto dopo che la sua presenza è stata segnalata mentre devastava alcune piante di un bar di San Concordio. L'ufficio volanti della Questura di Lucca è intervenuto immediatam,ente e questo ha consentito l'arresto in flagranza. L'uomo verrà presentato al Pubblico ministero lunedì mattina per il rito direttissimo.

In precedenza l'uomo, armato di bastone, aveva danneggiato senza plausibile motivo diverse auto in sosta. Uno degli ultimi episodi in ordine cronologico risale alla sera del 19 ottobre quando intorno alle 23 venne sorpreso sempre a San Concordio nel bel mezzo dell'impresa in via Puccetti dal proprietario dell'auto colpita, che ne seguì le mosse trasmettendo in tempo reale indicazioni agli agenti. Trattandosi dell'ennesimo episodio di danneggiamento commesso dall’uomo quel mese, gli operatori procedettero all’arresto, ponendolo agli arresti domiciliali ma la mattina dopo il tribunale convalidò l'arresto e lo rimise in libertà. Poche ore prima la stessa persona aveva danneggiato l’insegna di un esercizio commerciale e danneggiato un’altra auto in sosta davanti a un’abitazione di via Consani, sempre nel quartiere di San Concordio. In quel caso era stato necessario l’intervento della polizia e in seguito anche del medico del 118, ma alla fine l’uomo era tornato a casa. Anche nei giorni precedenti il pensionato aveva spaccato i finestrini di alcune auto parcheggiate all’Istituto Vendite Giudiziarie di viale San Concordio, e sorpreso dalla polizia venne ricoverato in ospedale e denunciato per danneggiamento. 

I motivi di tanta rabbia scatenata a casaccio? Restano al momento sconosciuti, anche perché, a quanto pare, l’anziano prende di mira auto a caso. In più di una occasione l’uomo ha anche rischiato il linciaggio da parte dei proprietari accortisi dell’accaduto.