Parco del Battiferro. Ecco l’inaugurazione: "La natura ci chiama e noi rispondiamo"

Ha riaperto i battenti il grande spazio verde nato dall’idea di riqualificare e dare nuova vita ad un’area che era stata abbandonata "Pensato per accogliere visitatori di tutte le età, dai bambini ai più grandi".

Parco del Battiferro. Ecco l’inaugurazione: "La natura ci chiama e noi rispondiamo"

Parco del Battiferro. Ecco l’inaugurazione: "La natura ci chiama e noi rispondiamo"

"La natura sta chiamando e noi siamo quasi pronti a rispondere, vi aspettiamo". Così Alessandro Piccinini e la sua squadra operativa hanno recentemente annunciato l’inaugurazione e la prossima riapertura del bellissimo e selvaggio "Parco Avventura del Battiferro" in quel di Fornovolasco, nel comune di fabbriche di Vergemoli. L’idea di questo avventuroso parco nasce dalla volontà di valorizzare un’area che un tempo era stata lasciata all’abbandono, trasformandola poi in un luogo di benessere e di aggregazione, per promuovere la cultura del vivere bene in compagnia attraverso attività sportive e culturali. Totalmente immerso nelle splendide Alpi Apuane, il Parco del Battiferro offre, infatti, un connubio perfetto tra percorsi naturalistici e attrezzati, consentendo di esplorare ambienti selvaggi e incontaminati.

"Attraverso esperienze come ferrate, ponti tibetani, slacklines, e teleferiche, l’ambito permette l’immersione in un mondo che sembra lontano, ala riscoperta di paesaggi e sensazioni spesso dimenticate - ha spiegato Alessandro Piccinini durante i festeggiamenti per l’inaugurazione -".

"Il parco è progettato per accogliere visitatori di tutte le età, a partire dagli 8 anni, senza mai trascurare la qualità dell’offerta e l’integrazione tra il mondo dei bambini e quello degli adulti. Questo luogo si propone come un punto di riferimento non solo per il divertimento, ma anche per l’educazione ambientale e lo sviluppo personale". Presente alla giornata inaugurale, amici e familiari, lo staff al gran completo, il sindaco di Fabbriche di Vergemoli, Michele Giannini, con altri amministratori comunali.

Fiorella Corti