Mura, il 2024 porterà nuovi progetti. Dai sotterranei al merchandising

L’annuncio dell’assessore Santini che parla anche del varo di un organismo di tutela della cerchia urbana

Mura, il 2024 porterà nuovi progetti. Dai sotterranei al merchandising
Mura, il 2024 porterà nuovi progetti. Dai sotterranei al merchandising

Il Comune presenta i progetti per il 2024 riguardanti le Mura. Esulta l’assessore Remo Santini che parla di una "valorizzazione dei sotterranei, un nuovo organismo che tuteli il monumento e lancio del brand con il merchandising". Una sorta di rivoluzione intorno al più importante dei riferimenti-simbolo della città, per questo conosciuta e apprezzata e dove l’integrità della cerchia rinascimentale, rappresenta un ottimo spunto per un loro rilancio a partire ovviamente dalla conservazione.

"La valorizzazione dei sotterranei dal punto di vista storico e turistico - si legge in una nota - , il lancio di un brand ufficiale delle Mura oltre che lo studio e il varo di un organismo di tutela della cerchia urbana, più snello rispetto a quanto esistito negli anni precedenti": sono questi, fa sapere l’amministrazione, "intorno a cui ruoteranno le iniziative del 2024 legate al monumento simbolo della città e che, definite nelle ultime settimane, vedranno uno slancio proprio durante il nuovo anno. L’annuncio arriva dall’assessore Santini, che sta coordinando il lavoro del comitato scientifico composto da Roberta Martinelli, Giuseppe Bartelloni, Gabriele Calabrese ed Enrico Romiti. "La cerchia muraria intorno al centro storico - dichiara Santini - è il maggiore e più conservato esempio europeo di fortificazione e confermo che la sua salvaguardia e l’individuazione di nuove forme di utilizzo, in particolare dei sotterranei, saranno al centro dell’azione amministrativa".

L’idea è quella di mettere a punto un metodo dove vengono ad interconnettersi le professionalità comunali con quelle professionali specifiche in vari ambiti.

"Il filo conduttore sarà dunque la costituzione di un organismo che valorizzi il sistema Mura - sottolinea l’assessore - realizzando una politica finalizzata ad una gestione non solo del presente, ma anche di lungo periodo per una costante valorizzazione di questo importante bene culturale". Queste le linee da intraprendere: la definizione di un metodo di messa a punto di una strategia sull’intero complesso; un’attenta messa a punto dell’organizzazione per una manutenzione sia quotidiana che straordinaria, lo sviluppo qualitativo di azioni di promozione turistico-culturali che mettano a sistema nuovi spazi finora non utilizzati o sfruttati, aprendo così uno specifico asset economico culturale.

"Un percorso già avviato con l’inaugurazione nel giugno scorso del primo Info Point tematico - conclude - ricavato nel Castello di Porta San Donato, e che nei primi 6 mesi ha già registrato 25mila visite; nel 2024 l’intenzione è anche quella di lanciare il merchandising delle Mura, in modo da potenziarne sempre di più il brand a livello nazionale e internazionale".

Mau. Guc.