Mezzo secolo di carriera da star mondiale

Non capita tutti i giorni – non a Lucca, almeno – di sapere che in un film girato in città sarà presente un nome celebre e importante come quello di Dustin Hoffman. Come non ricordare – tra le sue innumerevoli interpretazioni – quella del lontano 1968 con “Il laureato”. Prende il via una lunga serie di successi che lo vedono protagonista di film che hanno contribuito a rendere noto l’attore in altrettanti film e che hanno rappresentato un’epoca. Parliamo di “Kramer contro Kramer”, “Tootsie” o l’indimenticabile “Rain Man”, nell’esemplare e commovente interpretazione del fratello autistico , al fianco di Tom Cruise.

Hoffman nasce nel 1937 a Los Angeles per poi trasferirsi a New York dove inizia a studiare recitazione. Tra gli anni Cinquanta e Sessanta lavora a Broadway dove si iscrive all’Actors Studio. Lavora anche in Italia con il regista Pietro Germi nel film “Alfredo Alfredo” e ancora, negli Stati Uniti, torna a recitare in un film di grande successo come “Tutti gli uomini del Presidente” che lo vede, insieme a Robert Redford, interpretare il ruolo del giornalista che fa scoppiare il caso Watergate. Riceve il Leone d’oro alla carriera, il David di Donatello, insomma, nella sterminata serie di film dove ha recitato, Hoffman si è sempre distinto diventando una delle icone del cinema.

Mau.Guc.