Ha ucciso la moglie a coltellate. Condannato all'ergastolo Luigi Fontana

Arrivata la sentenza in Corte d'Assise per l'omicidio del 28 maggio 2021

Il luogo del delitto (foto Alcide); nei riquadri Maria Carmina e Luigi Fontana

Il luogo del delitto (foto Alcide); nei riquadri Maria Carmina e Luigi Fontana

Altopascio (Lucca), 25 maggio 2022 - Arriva la condanna all'ergastolo per Luigi Fontana:  il muratore 54enne di Altopascio è stato condannato al carcere a vita per aver commesso l’omicidio della moglie, Carmela Fontana, uccisa a coltellate il 28 maggio 2021. Per uccidere Carmela, l'uomo ha utilizzato due coltelli e sferrato 20 contellate.

La sentenza in Corte d'Assise, presieduta dal giudice Nidia Genovese, è arrivata oggi pomeriggio, 25 maggio, alla fine di una lunga udienza iniziata con le dichiarazioni dello stesso imputato. "Mi ha minacciato, mi è cascato il mondo addosso e non ci ho visto più niente". Queste erano state le parole dell'imputato in apertura dell'udienza.

E le presunte minacce ricevute hanno fatto parte anche della linea difensiva che mirava ad un alleggerimento della pena. La Corte d'Assise, però, ha dato ragione al pm Alberto Dello Iacono accogliendo le sue richieste. Luigi Fontana è stato condannato all'ergastolo.