Altopascio (Lucca), 28 maggio 2021 - Uccide la moglie a coltellate al termine di un furibonda lite in casa. E' successo in via Fermi ad Altopascio, una strada nella prima periferia, intorno alle 14 di venerdì 28 maggio.

L'omicida, Luigi Fontana, artigiano di 54 anni, è stato arrestato dai carabinieri e si trova sotto custodia in caserma con l'accusa di aver ucciso la moglie Maria Carmina, 51 anni, casalinga; sono entrambi italiani e conosciuti in paese.

Il luogo del delitto (foto Alcide); nei riquadri Maria Carmina e Luigi Fontana

Hanno due figli (un ragazzo e una ragazza che è a sua volta madre di due bambini piccoli) che al momento del fatto non erano in casa. Sembra invece che in casa ci fossero le due nipotine, figlie della figlia, bambine di circa 5 anni che però non hsanno assistito al fatto. Ancora da ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto; sul posto è arrivato il magistrato di turno. La donna è stata soccorsa dal 118 ma ogni tentativo di rianimazione è stato vano.

L'omicidio è avvenuto in una villetta, all'esterno della quale adesso si trovano carabinieri, soccorritori e vicini di casa. La notizia ha lasciato sotto choc Altopascio. Nel frattempo è stata ritrovata l'arma del delitto.

L'allarme dato da un vicino

È stato un vicino di casa a dare l'allarme quando ha visto camminare in strada, con le mani insanguinate, Luigi Fontana, uscito dalla sua abitazione dopo aver ucciso la moglie. L'arma del delitto è stata sequestrata dai carabinieri. Secondo quanto si apprende, la coppia era originaria di Caserta.