“Libera di vivere“, 50 donne dicono sì

Grande adesione al corso di difesa personale con tecniche teoriche e pratiche .

“Libera di vivere“, 50 donne dicono sì

“Libera di vivere“, 50 donne dicono sì

Semplicemente “Libera di vivere“. Eppure non c’è niente di banale in queste parole, tanto che ha riscosso larga adesione il corso di difesa personale teorico-pratico per la prevenzione della violenza contro le donne, organizzato dalla Campagnia Balestrieri di Lucca e dagli Sbandieratori e Musici “Città di Lucca” con la collaborazione del Gruppo Ju Jitsu Education di Lucca e il coinvolgimento della Commissione Pari Opportunità del Comune di Lucca. Giuseppe Dal Poggetto (Compagnia Balestrieri), Rosella Simoncelli (Sbandieratori e Musici “Città di Lucca”), Susanna Consorti (Gruppo Ju Jitsu Education di Lucca) hanno consegnato gli attestati di ringraziamento alla Questura di Lucca e a Virgilio Russo, Dirigente la Divisione Anticrimine della Questura, per la collaborazione dimostrata in occasione degli incontri formativi delle 50 donne partecipanti al Corso che si è svolto in 7 incontri teorico-pratici. Tra gli argomenti trattati in collaborazione con la Polizia di Stato lucchese: screening del territorio e prevenzione del pericolo, i presidi normativi penalistici e le misure di prevenzione affidate dalla legislazione al Questore in quanto Autorità di Pubblica Sicurezza. Tra gli altri argomenti affrontati dal team di esperti la gestione della paura, le tecniche di de escalation etc.

La Polizia di Stato aderisce con favore alle iniziative degli enti esponenziali del territorio, finalizzate ad informare e formare le cittadine in materia: accanto alla prevenzione e alla repressione di tali odiosi reati, ritiene utile collaborare per informare le donne su quello che quotidianamente fa l’ Istituzione-Polizia di Stato a difesa delle donne vittima di violenza.