La carica dei... cinquecento. Successo per “Io non rischio“ e la Giornata paralimpica regionale

Grande entusiasmo per le iniziative che si sono svolte sotto il Loggiato Porta e alla Cittadella sportiva

La carica dei... cinquecento. Successo per “Io non rischio“ e la Giornata paralimpica regionale

La carica dei... cinquecento. Successo per “Io non rischio“ e la Giornata paralimpica regionale

Intensa giornata ieri per Castelnuovo con il coinvolgimento di oltre cinquecento persone, in particolare giovani e giovanissimi, all’insegna dell’apprendimento e della consapevolezza civica delle buone pratiche di protezione civile nell’ambito dell’iniziativa “Io non rischio“, sotto il Loggiato Porta e della Giornata paralimpica regionale che si è svolta nella zona degli impianti sportivi del capoluogo garfagnino, localizzazione individuata dalla Regione Toscana per le buone infrastrutture esistenti e la straordinaria capacità delle società sportive e delle associazioni di volontariato, con la presenza di persone diversamente abili, giunte da ogni parte della regione e degli alunni delle scuole di Castelnuovo, Barga e Camporgiano.

"Vedere tanti ragazzi insieme - ha commentato la professoressa Maria Rosaria D’Urso, coordinatrice dell’Ipsia “Simoni“ - fa bene al cuore. Sembravano scomparse anche le difficoltà fisiche di qualcuno, tanta era la gioia che tutti trasmettevano nello stare insieme. E’ proprio vero che lo sport ha un grande potere di unire le persone e renderle migliori. Da questa giornata un auspicio perché si senta parlare meno di guerre e di violenze nel mondo".

Sotto il Loggiato Porta, nel centro storico di Castelnuovo, la Protezione civile comunale e l’associazione Autieri Garfagnana avevano allestito un stand dove era possibile avere informazioni, con diverso materiale illustrativo a disposizione degli interessati, tra cui un volumetto di 56 pagine sui comportamenti da tenere in caso di dannosi eventi naturali, ben fatto, scorrevole, semplice, ma esauriente, corredato da numerose illustrazioni su terremoti, alluvioni, incendi boschivi e altro. A disposizione dei visitatori la vicesindaco Chiara Bechelli, gli assessori Alessandro Pedreschi e Ilaria Pellegrini, il consigliere regionale Mario Puppa, il presidente degli Autieri Massimo Turri e tanti altri volontari.

Nella zona della Cittadella sportiva (stadio Nardini, palasport, piscina comunale, bocciofila e campi da tennis), la manifestazione paralimpica regionale con la finalità di stimolare i ragazzi e le ragazze con disabilità ed avvicinarsi ad una disciplina sportiva e contestualmente far provare ai ragazzie normodotatie le attività sportive paralimpiche in modo che diventino ambasciatori di questa realtà. Tutto questo con la fattiva collaborazione di Comune, società sportive e associazioni locali che si occupano di disabilità.

Dino Magistrelli