In difesa delle biodiversità. Arrivano fondi per la ricerca

Progetto dell’Unione dei Comuni della Garfagnana

In difesa delle biodiversità. Arrivano fondi per la ricerca

Da Castelnuovo il progetto di ricerca finalizzato a salvaguardare la biodiversità agraria di 10 varietà di frutti autoctoni (Foto Borghesi)

Un progetto di recupero, caratterizzazione e reintroduzione sul

territorio di vecchie cultivar di fruttiferi della Garfagnana. Unione Comuni Garfagnana e Terre Regionali Toscane hanno sottoscritto una convenzione operativa della durata biennale per garantire continuità al lavoro di valorizzazione del patrimonio genetico vegetale e di tutela della biodiversità forestale, attraverso un investimento pari a olre 21mila euro. L’Ente, coadiuvato dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-Ambientali dell’Università di Pisa, avrà il compito di realizzare un progetto di ricerca finalizzato a caratterizzare e salvaguardare la biodiversità agraria di 10 varietà di frutti autoctoni della Garfagnana. Il progetto consisterà in un’indagine storico-documentale e in campo mirata a verificare l’autoctonia delle specie, la compilazione di schede pomologiche (con ricognizioni periodiche programmate), la realizzazione di una ricerca etnobotanica basata su interviste alla popolazione, ed infine la presentazione delle schede di iscrizione al repertorio regionale delle varietà.