Idrotherm 2000, reginetta ecosostenibile

Il gruppo Idrotherm 2000 di Lucca sarà protagonista di "Italian Green" su Rai2, per la sua produzione sostenibile di tubazioni in materiali termoplastici e l'impegno verso l'ecologia.

Idrotherm 2000, reginetta ecosostenibile

Idrotherm di Castelvecchio Pascoli

Sarà ospite della trasmissione “Italian Green – Viaggio nell’Italia sostenibile” in onda domani alle 10 su Rai2, il gruppo Idrotherm 2000, azienda con sede principale a Castelvecchio Pascoli (Lucca) che si occupa della produzione di tubazioni in materiali termoplastici, fornitrice di soluzioni innovative nella distribuzione di gas, acqua e trasporto di fluidi industriali. La puntata ospiterà una delle eccellenze del territorio, perché Idrotherm 2000 è un’azienda la cui mission è quella di coniugare la qualità dei propri prodotti con lo sviluppo sostenibile. Di proprietà della famiglia Sartini, si occupa anche di sistemi di distribuzione nel campo delle telecomunicazioni e del teleriscaldamento. La trasmissione su Rai2 incontra questa realtà aziendale, realizzando interviste e reportage sin dalla prima puntata dalla sede storica di Castelnuovo Garfagnana, di Castevecchio Pascoli (Lucca) e Bergamo.

L’azienda, fondata nel 1976, nelle precedenti puntate si è fatta conoscere con le testimonianze di due diverse generazioni. Parliamo della presidente Laura Citti, la responsabile strategia del Gruppo e Ad di Eurotubi Giulia Sartini, (Gruppo Idrotherm 2000), Fausto Sartini, responsabile stabilimenti e innovazione processi e prodotti e Alessandro Poli (Junior controller, figlio di Lorenza Sartini anche lei impegnata in azienda come responsabile amministrazione e finanza).

"È stato sfidante mettersi in gioco e raccontarsi a un pubblico non solo di specialisti – sottolineano da Idrotherm 2000 – una bella occasione per parlare di sostenibilità, un goal aziendale su cui sappiamo di aver sempre dato un contributo fattivo. Abbiamo pensato al lungo termine e alle generazioni future: l’uso responsabile delle risorse, i prodotti durevoli e innovativi, gli investimenti sostenibili fanno parte del nostro Dna". Sul fronte della transizione ecologica, l’azienda ha ricevuto importanti riconoscimenti quali il premio Legambiente ‘Comuni Ricicloni 2019’ per il miglior contributo all’economia circolare per un innovativo progetto di risanamento fognario. Nel 2023 l’azienda ha presentato la prima case study di installazione in Italia, in sinergia con un Italgas, di tubazioni Renovation VRC+ Gas BS.

Maurizio Guccione