I Colchoneros provano il blitz in Serie D: GhiviBorgo verso il turnover. Lelli vuole massima concentrazione.

Il GhiviBorgo affronta il Livorno al "Picchi" per il secondo turno della Coppa Italia di Serie D. Nico Lelli vuole massima concentrazione e voglia di fare bene, poiché l'avversario è blasonato. I livornesi cercano rivalsa dopo la sconfitta interna al Tau Altopascio. Gara unica a eliminazione diretta, in caso di parità calci di rigore.

Mercoledì di Coppa per il GhiviBorgo, di scena al “Picchi“ di Livorno contro gli amaranto padroni di casa, per la gara del secondo turno della Coppa Italia di serie D. Per la squadra di Nico Lelli, reduce dalla prima vittoria esterna stagionale in campionato, maturata a Ponsacco, si tratta di un ulteriore banco di prova, utile per confermare l’attuale processo di crescita dei Colchoneros. "Vedrò di far ruotare un po’ tutti gli effettivi, come faccio sempre del resto, perché ogni calciatore si deve sentire importante e coinvolto nel progetto. Diamo alla Coppa la stessa importanza del campionato, perché ogni partita va giocata al massimo delle nostre possibilità".

Queste le parole dell’allenatore, che vuole dai suoi massima concentrazione e voglia di far bene, visto che l’avversario è blasonato e di prestigio, anche e soprattutto perché un’altra prova convincente non farebbe altro che aumentare fiducia e autostima. I livornesi di Giancarlo Favarin, che vengono da una bruciante sconfitta interna ad opera del Tau Altopascio, devono dimostrare ai propri tifosi che si è trattato solo di un incidente di percorso dunque, per il Ghivi, non sarà affatto facile mettersi a confronto con la voglia di rivalsa dei labronici. Si gioca alle ore 15, gara unica a eliminazione diretta: in caso di parità, calci di rigore.

Flavio Berlingacci