Genio e follia in Ademollo. Viaggio musicale dal ’600

Domani alle 18 a Palazzo Ducale il concerto della Sagra Musicale Lucchese

Genio e follia in Ademollo. Viaggio musicale dal ’600

Genio e follia in Ademollo. Viaggio musicale dal ’600

Il prossimo appuntamento della Sagra Musicale Lucchese sarà a Palazzo Ducale, in sala Ademollo domani alle 18. Il titolo del concerto è “Genio e follia“ come spiega il presidente della Sagra, avvocato Giuseppe Conoscenti: “Dopo tre concerti dedicati alla musica religiosa nelle chiese lucchesi, che hanno ripercorso alcune delle tappe più significative dell’evoluzione del linguaggio musicale, dal canto gregoriano alla musica contemporanea, con il concerto di domani la Sagra vuole rendere omaggio alla grande tradizione lucchese della musica profana“. “Il luogo prescelto è il Palazzo del Governo, ora sede della Provincia, che fu sede della Cappella di Palazzo, gloriosa istituzione cittadina della quale fecero parte, fra gli altri, Luigi Boccherini, Francesco Xaverio Geminiani e Filippo Manfredi. Il programma del concerto, intitolato Genio e follia, non allude al noto tema musicale della “follia” né ai disturbi psichici che hanno talvolta accompagnato le vite dei musicisti. Allude alla straordinaria creatività che si esprime nella composizione e nell’interpretazione musicale. Genio e follia sono infatti qualità che spesso convivono nella natura umana, come il bene e il male, la luce e l’oscurità”.

Interpreti saranno il soprano Maria Luigia Borsi, il pianista Roberto Barrali, e i violinisti Brad Repp e Francesco Pavan. Saranno eseguite musiche di Girolamo Frescobaldi, Johann Sebastian Bach, Barbara Strozzi, Antonio Vivaldi, Luigi Boccherini, George Friederich Händel, Sergei Prokofiev, Eugene Ysaye, Ottorino Respighi. Genio e Follia è un programma musicale piuttosto bizzarro che attraversa i ragguardevoli cambiamenti di linguaggio e di stile tra il Seicento ed il Novecento, per sbalordire.