Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

Elezioni 2023, la Lega sosterrà la candidatura di Giovannetti

Unità d’intenti con Forza Italia e “Pietrasanta prima di tutto“ "Tra di noi spirito di gruppo". A sinistra scende in campo il Pcl

daniele masseglia
Cronaca
Il commissario della Lega, Mallegni
Il commissario della Lega, Mallegni
Il commissario della Lega, Mallegni

di Daniele Masseglia

La conferma dell’unità del centrodestra e la discesa in campo del Partito comunista dei lavoratori sono le novità più fresche del cammino verso le elezioni 2023. A calare il poker "concretezza, consapevolezza, unità e spirito di squadra" sono Lega, Forza Italia e Pietrasanta prima di tutto, reduci da un confronto che ha sancito l’appoggio del Carroccio alla candidatura-bis del sindaco Alberto Giovannetti lasciando da solo Massimiliano Simoni di Fratelli d’Italia. "Siamo consapevoli di essere un gruppo – spiega il commissario della Lega Versilia Omar Mallegni – che ha nel bene di Pietrasanta, dei suoi cittadini e delle sue imprese l’obiettivo più importante. Questo spirito ci ha guidato finora e ci guiderà fino alle prossime amministrative. Non solo per raggiungere gli obiettivi prefissati ma anche per svilupparne di nuovi, in un confronto continuo e costante col territorio". Una liason confermata dal coordinatore comunale di Forza Italia Simone Tartarini: "Gli ottimi risultati dell’amministazione Giovannetti ci soddisfano, ma non ci appagano. Stiamo già lavorando all’implementazione del programma di mandato con idee ambiziose". E così il coordinatore di “Pietrasanta prima di tutto“ Giacomo Vannucci: "I motori sono accesi, la voglia e le volontà condivise non mancano. Ora piede sull’acceleratore per concludere i lavori da terminare e ripartire con nuovi obiettivi per il futuro".

A sinistra, invece, è ormai certa la prima candidatura a sindaco di un esponente del Pcl, con la scelta che potrebbe ricadere anche su una donna. "Ci colpisce il ritorno del senatore Mallegni – scrive Alessandro Frediani – come grande sponsor di un sindaco ammaccato e azzoppato dallo stesso Mallegni con vari richiami. Ma non ci meraviglia che le elezioni per ora siano solo un derby tra le destre. Pensano, a ragione, che il Pd sia debole e poco credibile. Ma se si dovesse presentare un ’terzo polo’ alternativo, formato da cittadini, comitati, forze sociali e politiche, allora ci sarà da divertirsi".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?