Danza, arte e fotografia Tre settimane di eventi

Oggi al Sant’Agostino inizia la mostra di Gal-On, parte integrante del Dap festival

di Daniele Masseglia

Pronti, via: da oggi al 17 luglio la città sarà un pullulare di eventi dove danza, arte e fotografia la faranno da padrone portando all’attenzione del pubblico artisti di fama internazionale. Questo grosso contenitore promosso dal Comune altro non è che la sesta edizione del Dap festival (nella foto sotto), al cui interno spicca la mostra “Respiri“ del fotografo israeliano Yinon Gal-On grazie alla collaborazione con la Oblong contemporary art gallery. Sarà la mostra, allestita nella sala delle Grasce del Sant’Agostino, ad aprire ufficialmente il programma a partire da oggi.

In calendario fino al 17 luglio (tutti i giorni ad ingresso libero orario 10-13 e 18-23), l’esposizione è stata presentata in anteprima ieri mattina alla presenza di Kineret Gal-On, manager dell’artista, la direttrice di “Oblong“ Paola Marucci, la direttrice artistica del Dap festival Adria Ferrali, il sindaco Alberto Giovannetti e l’assessore al sociale Tatiana Gliori. Gli scatti del giovane fotografo sono stati eseguiti sott’acqua (nella foto a destra), elemento dove i suoni si annullano, i colori trasfigurano e la luce penetra con i suoi intensi bagliori dialogando con le modelle. "La fotografia subacquea – dice l’artista – permette di disconnettersi dai suoni della vita quotidiana e connettersi alla quiete e alle emozioni, una connessione che fa emergere il lato più morbido e vulnerabile delle persone".

Le foto underwater di Gal-On saranno protagoniste anche al “Grande opening“ del Dap festival, in agenda il 2 luglio in piazza Duomo, con la loro proiezione sulla facciata del Duomo. Sarà il momento clou del Dap festival, rassegna in calendario da domani fino al 9 luglio. In scaletta dodici spettacoli e una dozzina di eventi estemporanei di danza en plein air sul sagrato del Duomo, sul pontile di Tonfano e tra le vie e piazze della città. Allo stesso tempo coreografi, compagnie e danzatori di fama internazionale si alterneranno per mostrare il loro talento sul palcoscenico del chiostro di Sant’Agostino. "L’obiettivo – ricorda Ferrali – è rafforzare la costituzione di una comunità multiculturale di professionisti della danza che si identifichi con la Versilia, Pietrasanta, e i suoi spazi artistici e teatrali". Segnando, tra l’altro, la collaborazione con l’artista giapponese Kan Yasuda, la cui opera “Unconscious”, realizzata dallo studio Giorgio Angeli, sarà la scenografia del Gran galà del 9 luglio al Teatro della Versiliana. Info www.dapfestival.com