Centri di raccolta. Cambiano le regole

Le strutture di Pontetetto e Sant’Angelo in Campo ampliano i servizi. L’assessore Consani: ”Venire incontro alle persone e alle aziende è una priorità”.

Centri di raccolta. Cambiano le regole

Centri di raccolta. Cambiano le regole

Centri Comunali di Raccolta di Sistema Ambiente, arrivano importanti cambiamenti.

Da lunedì i Centri di Pontetetto e Sant’Angelo in Campo gestiti dalla società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti amplieranno il numero dei servizi offerti. In quello di Pontetetto potranno infatti essere conferiti anche gli sfalci e potature, dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 13; mentre in quello di Sant’Angelo in Campo il conferimento del lunedì e del mercoledì mattina sarà riservato dalle 8 alle ore13 solo alle utenze domestiche anche attraverso il cosiddetto soggetto delegato. Tutto questo permetterà proprio di ampliare il servizio offerto alla cittadinanza e consentire la diminuzione dei tempi di attesa per il conferimento ai CCR.

"Venire incontro alle esigenze delle persone e delle aziende è una priorità del comune di Lucca – sottolinea l’assessore all’ambiente Cristina Consani – anche in campo ambientale. Dare a tutti la più elevata estensione di opportunità per smaltire correttamente diventa un fattore determinante nel nostro sforzo di ottimizzare queste pratiche, con grande beneficio per l’ambiente e con il massimo rispetto del poco tempo che i cittadini hanno per effettuare queste operazioni". "Si tratta di piccoli aggiustamenti- continua il presidente di Sistema Ambiente Sandra Bianchi- che diventano determinanti per offrire un servizio migliore e per snellire l’accesso alle postazioni per il conferimento. In questo senso siamo continuamente alla ricerca di nuove soluzioni a vantaggio di cittadini e imprenditori, in totale intesa con l’amministrazione comunale". Il Centro di raccolta è realizzato con l’obiettivo di incentivare e favorire la raccolta differenziata ed il riciclo dei materiali recuperabili. In questo modo si contribuisce in maniera significativa alla diminuzione della quantità di rifiuti da smaltire, e quindi all’abbattimento dei relativi costi.

Secondo il regolamento vigente si possono conferire oltre 28 tipologie diverse di rifiuto in questi centri sia per le utenze non domestiche che per quelle domestiche.