Befana di solidarietà. Pranzo gratis al Granaio

Anche quest’anno torna l’iniziativa del ristorante di San Pietro a Vico a favore dei bisognosi, grazie al coinvolgimento di Caritas e parrocchia.

Befana di solidarietà. Pranzo gratis al Granaio
Befana di solidarietà. Pranzo gratis al Granaio

Da cinque anni la Befana ha ‘preso casa’ a San Pietro a Vico. E’ diventata, infatti, ormai una bella tradizione l’iniziativa portata avanti dal titolare del ristorante "Il Granaio", in piazza della chiesa, Vittorio Spada, 62 anni, di un pranzo gratis offerto a tutti coloro che si presenteranno il giorno di befana, con un occhio di riguardo soprattutto ai più bisognosi.

Di concerto con la sezione della Caritas del paese e la Parrocchia di San Pietro a Vico, dalle ore 12 fino alle 14,30 di domani 6 gennaio, il Granaio offrirà un pranzo degno della Befana, dall’antipasto al dolce.

"Siamo sempre più convinti – dice con soddisfazione il titolare Vittorio – della bontà dell’iniziativa dopo le precedenti e positive esperienze. Anche io e la mia famiglia ci teniamo a fare qualcosa per aiutare chi è più in difficoltà. Ma tengo a precisare che l’invito è rivolto a tutti, perché l’obbiettivo come il titolo dell’iniziativa è ‘Stare insieme‘ e chi vorrà, potrà lasciare un’offerta che andrà totalmente a beneficio della Caritas paesana".

Potranno partecipare anche intere famiglie, con i piccoli, ma anche persone sole e gli anziani, per condividere insieme un momento di socialità.

"Invito anche i paesani e non, a partecipare, noi accontenteremo tutti coloro che verranno, non sarà necessario prenotare e se occorrerà faremo fare due turni. Il servizio al tavolo lo garantiamo noi, con tutto lo staff del ristorante, con la moglie Laila e le quattro figlie, Annarita, Lucia, Teresa e Letizia. E’ anche per loro che ci tengo a farla, perché voglio che imparino il valore della solidarietà verso chi è meno fortunato".

E infatti l’attività del Granaio in campo sociale prosegue tutto l’anno a supporto anche di altre iniziative benefiche e di altre associazioni di volontariato. Sarà quindi una Befana all’insegna della condivisione.

L’anno scorso furono più di ottanta i partecipanti. Il menù prevede: antipasto di terra, lasagne al forno, zuppa alla frantoiana, pollo, maiale, manzo al forno, patate, insalate miste, befanotti e pandoro.

Un menù che accontenta tutti, anche vegetariani e vegani e anche chi è di religione musuno per i bambini che ci saranno. Siete tutti invitati.

Paolo Bottari