Arresto cardiaco in casa, muore a 10 anni. Il disperato volo in elicottero al Meyer

Tragedia a Lucca, nella frazione di Nozzano. La centrale del 118 aveva guidato il padre nelle manovre necessarie in attesa dell’arrivo dei sanitari, poi il cuore del piccolo aveva ripreso a battere

L'elisoccorso Pegaso
L'elisoccorso Pegaso

Lucca, 9 febbraio 2024 – Momenti terribili, che nessun genitore vorrebbe trovarsi ad affrontare. Un bambino di 10 anni quest’oggi, nel primo pomeriggio, è andato in arresto cardiaco nella sua abitazione. E' successo a Nozzano Castello, frazione di Lucca. Ed è stato il padre a chiedere aiuto al 118 intorno alle 14,30. Il personale della centrale operativa 118 a quel punto ha dato tutte le istruzioni su cosa fare in attesa dell’arrivo dei soccorsi, manovre necessarie per la rianimazione del bambino.

Nel frattempo sono partite a tutta velocità sia l’automedica di Lucca che un’ambulanza della Croce Verde di Lucca, mentre l’elisoccorso regionale Pegaso 1 si levava in volo. 

Grazie alla tempestività dei soccorsi, alla professionalità degli operatori che hanno saputo guidare il padre nelle manovre da effettuare nell’immediato e alla prontezza dell’uomo, il cuore del bambino era tornato a battere ma purtroppo a pomeriggio inoltrato è arrivata la terribile notizia della morte del bambino.

Inizialmente era stato attivato anche l’ospedale pediatrico apuano di Massa, l’ospedale cuore: è infatti il centro di riferimento regionale per l'Ecmo pediatrico (la tecnica di circolazione extracorporea in grado di salvare la vita di bambini con una grave insufficienza del cuore o dei polmoni). I sanitari avevano però deciso di portare il bambino a Firenze con l’elicottero, all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze in codice rosso.