Giovedì 25 novembre il comune di Camaiore celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne con due eventi di grande impatto emotivo e dall’alto valore simbolico. Durante la mattinata, verranno installate tre nuove panchine rosse, simbolo nazionale del rifiuto della violenza contro le donne,...

Giovedì 25 novembre il comune di Camaiore celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne con due eventi di grande impatto emotivo e dall’alto valore simbolico. Durante la mattinata, verranno installate tre nuove panchine rosse, simbolo nazionale del rifiuto della violenza contro le donne, che sono oggetto di donazione da parte dei punti vendita Conadi di Camaiore e Capezzano Pianore, accolte sotto l’egida della commissione pari opportunità e la consigliera delegata Gloria D’Alessandro (nella foto). Le panchine saranno posizionate rispettivamente al parco giochi ’Papa Giovanni XXIII’ (viale Oberdan, alle 10); vicino al comprensivo scolastico ’Camaiore 1’ (via delle Muretta, alle 10,45) e vicino al comprensivo scolastico ’Camaiore 3’ (Capezzano Pianore, alle 11,30).

Dal primo pomeriggio di giovedì, inoltre, due arte, Barbara Cardella e Diana Milea, saranno presenti in piazza San Bernardino, nel capoluogo, per la realizzazione dell’installazione temporanea ’Al posto tuo’: nove rettangoli dal perimetro rosso compongono la silenziosa installazione, valorizzando lo spazio e dando luogo a un momento di estasi e contemporanea riflessione. I nove rettangoli saranno plasmati da materiali che costituiscono la cultura locale per odore, forma e significato: sabbia, marmo, segatura e foglie di pino. Avranno la dimensione di 60 centimetri per 45, ossia quello che si considera la spazio occupato da una persona sul suolo pubblico. Nove rettangoli, dunque, che occuperanno spazi originariamente destinati a nove persone, a significare nove donne che non saranno presenti: nove, come la media dei femminicidi annui in Toscana.