Alluvione in Toscana, notte difficile in Valle del Serchio per pioggia incessante e raffiche di vento

Frane e smottamenti presenti su buona parte del territorio con la SS12 nuovamente chiusa al transito

Lucca, 3 novembre 2023 – Dopo una notte complicata da una potente ondata di pioggia e vento e caratterizzata da diverse emergenze territoriali, con il Fiume Serchio arrivato a livelli di altezza pericolosi, esondato in alcune aree, come a Mologno nel comune di Barga, continua il susseguirsi di frane attive e smottamenti in corso. La preoccupazione per l’ondata di piena attesa a Borgo a Mozzano intorno alla mezzanotte di ieri è passata senza causare alcuna inondazione, ma il Serchio resta ancora sotto costante osservazione.

Sempre nel comune di Borgo a Mozzano, dopo una chiusura temporanea nella notte e la riapertura nelle prime ore di stamani della SS 12 dell’Abetone e del Brennero, è di nuovo scattata l’interdizione al transito, a causa di un nuovo smottamento che insiste sul tratto che va da Ponte Pari al Ponte del Diavolo. Il movimento franoso si è attivato in questi ultimi minuti sopra l’immobile dell’ex Gallo d’Oro.

Un guasto sulla linea elettrica persiste da questa mattina nel comune di Pescaglia, dove buona parte del territorio, municipio compreso, è senza energia elettrica, in attesa dell’intervento dei tecnici del gestore di rete, E-distribuzione, che stanno operando senza sosta da tutta la notte su molte emergenze. Alcune piante cadute nella frazione di Cune, Borgo a Mozzano. Problemi con alcuni fili dei pali dell’energia elettrica, sta causando la mancanza di energia in diverse aree comunali, mentre lungo la strada Chifenti-Corsagna si è verificata una frana che ne ha decretato la chiusura. Alberi sradicati del vento, rami pericolanti, allagamenti e disagi per la viabilità anche in Garfagnana, dove questa mattina è stato riaperto il Coi di Castelnuovo. Fio. Co.