’Gran Premio di Apertura’, finale allo sprint. Meccia a braccia alzate sul traguardo del Termo

Il ciclista romagnolo trionfa nella kermesse riservata alla categoria Juniores. Il titolo regionale a Joann Rolando. Al via 108 corridori

’Gran Premio di Apertura’, finale allo sprint. Meccia a braccia alzate sul traguardo del Termo

A Meccia la Coppa Giancarlo Stretti

Di Cesenatico come Marco Pantani, vincente come il ‘pirata’ il diciottenne Leonardo Meccia che ha trionfato in volata nel Gran Premio di Apertura, organizzato nel giorno di Pasquetta dal Gs Termo La Spezia. Il corridore in forza alla società Vangi di Calenzano, nella competizione riservata alla categoria juniores, sfodera un gran finale, dopo aver tentato di tirare la volata sul rettilineo del Termo al compagno di squadra Thomas Bolognesi (che si è dovuto però accontentare della terza posizione), bissando così il successo di qualche giorno fa in Vandea, in Francia, nella prestigiosa classica ‘La Bernaudeau Junior’. Il vincitore ha percorso i 103 chilometri della gara in 2 ore e 21 minuti alla media oraria di 43,830 imponendosi su una pattuglia di venti corridori, precedendo Giuseppe Sciarra (Team Ballerini Pistoia) e, come detto, Bolognesi. La corsa, iniziata ad un buon ritmo, non ha avuto particolari scossoni se non dopo gli 80 chilometri. Ai piedi della salita di Baccano, infatti, dieci corridori, tra cui il vincitore, si sono avvantaggiati ed altrettanti si sono aggiunti al gruppo di testa lungo la discesa verso Termo e poi Fornola, arrivando compatti fino al volatone. Sulla cima della salita di Baccano, dove era situato il Gran Premio della Montagna, è passato per primo Mattia Proietti (Ballerini Pistoia), mentre sullo striscione finale il titolo di campione ligure juniores se lo è aggiudicato Joann Rolando di Arma di Taggia, anche lui alfiere della Ballerini, grazie al suo quinto posto. Gli spezzini in gara si sono dovuti accontentare delle posizioni di rincalzo, nonostante la buona prova fino alle battute conclusive.

Il Gran Premio di Apertura, sotto la direzione di Alessio Baudone, ha visto la partecipazione di 108 corridori, con il sindaco Pierluigi Peracchini, ex ciclista, che ha dato il via alla competizione. Sono arrivati al traguardo in 62 a causa di alcune cadute, al termine di una gara resa difficile dalla pioggia. La coppa Iren, principale sponsor insieme a Mbda, è andata alla Vangi Calenzano. Questo l’ordine di arrivo; 1) Leonardo Meccia (Vangi Il Pirata Sama Calenzano) che copre i 103 km in 2 ore e 21’ alla media di 43,830; 2) Giuseppe Sciarra (Team Ballerini Pistoia); 3) Thomas Bolognese (Vangi); 4) Marco Merola (Monsummanese); 5) Joann Rolando (Ballerini); 6) Cristina Sanfilippo (Pool Cantù); 7) Giacomo Sgherri (Vangi); 8) Ruggero Lombardo (Pistoiese); 9) Giulio Pavi Degli Innocenti (Ballerini); 10) Niccolò Iacchi (Ballerini) tutti con lo stesso tempo.

Marco Magi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su