Cremonese-Spezia 3-0: gli aquilotti sprofondano in classifica

A Cremona vanno a segno Sernicola, Zanimacchia e bomber Coda. Annullato un gol a Pio Esposito

Il tecnico Alvini

Il tecnico Alvini

Cremona, 5 novembre 2023 – La debacle che non ti aspetti, che spezza anche la lunga striscia positiva dello Spezia, che dopo 5 risultati utili di fila, cade sul campo della Cremonese con un netto 3-0: due gol nel primo tempo, uno nella ripresa. Festeggia con composta gioia e rispetto, un sempre educato Giovanni Stroppa, ex della panchina spezzina di qualche anno fa. Si dispera e si arrabbia Alvini, all'ennesima sconfitta, per di più senza neanche segnare (per l'ennesima volta).

La formazione aquilotta è quella che ci si attendeva: Nikolaou rientra dalla squalifica (lo fa anche Bertola, al quale però viene preferito inizialmente Muhl), mentre Bandinelli lascia il posto a Cassata, per il solito problema alla spalla.

Attende lo Spezia, poi la fiammata con Zurkowski che lancia nello spazio Antonucci, il cui diagonale viene respinto da Sarr.

Va fuori di non molto, però, al 10', il tiro ad incrociare di Coda, che lascia sul posto Amian. Passano soltanto due minuti e dopo la conclusione di Coda respinta da Dragowski, Sernicola porta in vantaggio i suoi: Reca sbaglia nel rinviare e cede la sfera all'avversario, Cassata non riesce a contrastarlo, e con un bel tiro a giro, Dragowski viene infilato sulla propria destra.

Non riesce invece a concretizzare Vazquez a centro area, il bel passaggio di Sernicola ancora dalla destra al 23', calciando con il piatto sul fondo. Ma il raddoppio parte ancora dalla stessa parte, con il tunnel di Vazquez a Nikolaou, l'inserimento di Sernicola (ancora sfuggito a Reca) e la palla che passa davanti all'area piccola con Coda superato e Zanimacchia pronto a spingerla dentro, senza che Elia riesca ad intervenire. È il 2-0. Alta sul fondo la risponda di Pio Esposito al 35', poi sul ribaltamento di fronte, ancora Coda la piazza all'angolino, ma Dragowski si allunga con la punta delle dita e la mette in corner. Non passa, invece, lontanissimo dall'incrocio dei pali, la staffilata di Antonucci al 44', ultimo sussulto prima dell'intervallo.

Solo un cambio per Alvini per la ripresa: Bertola prende il posto di Muhl. Passano però 7 minuti e lo Spezia prende il terzo gol (dopo il miracolo di Dragowski sulla punizione di Buonaiuto e il quasi autogol di Esposito): sull'angolo dalla destra, il colpo di testa di Vazquez e la respinta di Dragowski, sulla quale il più rapido è bomber Coda. Ed è 3-0. Viene poi annullato un gol a Pio Esposito, che aveva messo dentro al 23' dopo la corta respinta di Sarr sul traversone di Reca: purtroppo, proprio quest'ultimo è partito leggermente avanti a tutti.

La percussione di Kouda al 26' è devastante, con il tiro toccato in corner, e poi è ancora il fantasista a concludere verso Sarr trovandola risposta del portiere. Non si arrendono insomma gli aquilotti e fino ad oltre il novantesimo cercano di accorciare le distanze, ma senza riuscirci. In più l'espulsione di Nikolaou per un brutto fallo nel finale, per chiudere in 10 il match, segno di grande nervosismo.

La posizione in classifica si fa sempre più preoccupante: terzultimi a pari merito con il Lecco, che ha però una partita in meno degli aquilotti (e in più c'è lo scontro diretto ancora da giocare).

Cremonese-Spezia 3-0 (pt 2-0)

CREMONESE (3-5-2): Sarr; Antov, Ravanelli, Bianchetti (34' st Tuia); Sernicola, Pickel (26' st Abrego), Castagnetti, Buonaiuto (25' st Okereke), Zanimacchia (33' st Quagliata); Coda, Vazquez (17' st Collocolo). A disp. Bertolacci, Ciofani, Ghiglione, Jungdal, Lochoshvili, Tsadjout, Valzania. All. Stroppa.

SPEZIA (3-4-1-2: Dragowski; Amian, Muhl, Nikolaou; Elia, S. Esposito, Cassata (12' st Bandinelli), Elia (33' st Candelari); Zurkowski (12' st Kouda) ; Antonucci (19' st Verde), P. Esposito. A disp. Zoet, Bertola, Moutinho, Cipot, Corradini, Krollis, Moro, Hristov, Verde. All. Alvini.

Arbitro: Di Marco di Ciampino (assistenti Laudato di Taranto e Barone di Roma 1, quarto uomo Gigliotti di Cosenza; Var Gariglio di Pinerolo, Avar Nasca di Bari).

Marcatori: 12' pt Sernicola, 30' pt Zanimacchia; 6' st Coda.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su