Polizia
Polizia

La Spezia, 14 gennaio 2022 - Aveva costretto la moglie a fare sesso, picchiandola. Una notte di capodanno da incubo per una 47enne di origini nordafricane che era stata poi curata e refertata con dieci giorni di prognosi.

Ieri la Squadra Mobile della Spezia ha arrestato e portato in carcere un marocchino di 34 anni.

La vittima aveva raccontato alla polizia di essere sottoposta già da tempo a vari maltrattamenti e minacce da parte del marito. Sulla base dell’attività svolta dagli investigatori, il gip Mario De Bellis su richiesta del pm aveva applicato la misura cautelare dell’obbligo di allontanamento dall’abitazione da parte del marocchino, il divieto di avvicinamento all’abitazione della moglie e di mantenere comunque una distanza non inferiore ai cento metri dalla parte offesa.

Il 12 gennaio però l'uomo si era ripresentato sotto casa colpendo ripetutamente la porta con calci e spinte nel tentativo di abbatterla; nemmeno l’arrivo dei carabinieri della stazione di La Spezia Principale lo aveva fatto desistere. L'uomo è stato così arrestato.