MARCO MAGI
Cronaca

Peracchini e Frijia alla Fiera Bit di Milano: “Per il turismo una proposta variegata”

Sindaco e assessore hanno fatto il punto sulle azioni messe in campo nella promozione del territorio spezzino

Il sindaco Peracchini e l'assessore Frijia al Bit di Milano

Il sindaco Peracchini e l'assessore Frijia al Bit di Milano

La Spezia 5 febbraio 2024 – Il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini ha partecipato insieme all’assessore al Turismo Maria Grazia Frijia alla Fiera Bit di Milano, la manifestazione dedicata al turismo più importante a livello nazionale.

Entrambi sono intervenuti ad una conferenza nello stand di Regione Liguria alla presenza dei giornalisti di alcuni tra i più importanti quotidiani nazionali e delle riviste dedicate al turismo, travel blogger e tour operator, durante la quale hanno fatto il punto sulle azioni messe in campo in questi anni per la promozione del territorio e i prossimi appuntamenti in vista della stagione primaverile ed estiva.

“Nel 2023 abbiamo registrato 1 milione di notti nelle strutture del nostro territorio – dice Peracchini – . Un risultato importante, che siamo riusciti a raggiungere grazie ad un continuo miglioramento dell’offerta turistica e partendo dalla valorizzazione della nostra storia e della nostra cultura. La Spezia è una delle province più belle al mondo e il nostro impegno è mirato a creare una proposta variegata capace di coniugare le nostre bellezze naturali, con eventi pensati per tutti tra enogastronomia, sport e la riscoperta del nostro ricco patrimonio culturale”.

“Ottimi risultati per il turismo della nostra città che segna una decisa crescita nella quantità e qualità dei servizi offerti – dichiara Frijia – . La nostra amministrazione sta lavorando a un nuovo sistema turistico che coinvolge l’area vasta che circonda La Spezia, dal Golfo di Venere alle Terre della Luna; l’obiettivo è confermare sempre più quantità e qualità dell’offerta turistica del nostro territorio ed esaltarne la ricchezza, dai borghi di mare e a quelli della montagna fra enogastronomia, cultura e percorsi per il turismo religioso”.

Marco Magi