La Spezia, 14 maggio 20138 - Tragedia alla Spezia. Un operaio di origine croata, 56 anni, è morto intorno alle 16 mentre stava lavorando all'interno di un cantiere navale. Intervento immediato di 118 e vigili del fuoco, ma per l'uomo non c'è stato niente da fare.

La vittima si chiamava Dragan Zekic ed era residente in provincia di Treviso. Zekic era dipendente di una ditta trevigiana cui il cantiere spezzino aveva affidato l'area per i lavori sui pontili. 

Nella concitazione dei primi momenti si era parlato di un altro operaio ferito in modo gravissimo, ma i carabinieri hanno poi precisato che non risultano coinvolte altre persone. Sul posto per fare luce su quanto accaduto ci sono anche i carabinieri e gli ispettori della Medicina del Lavoro dell'Asl 5. La vittima era dipendente di una ditta in subappalto e si stava occupando dell'ampliamento di una banchina. 

Una nuova tragedia dunque dopo la lunga scia di sangue in questo 2018. Secondo quanto si apprende, l'operaio sarebbe stato travolto da una lastra metallica che si sarebbe sganciata da una gru. Il cantiere, del Gruppo Antonini si trova nella zona est della città, nella frazione di Pertusola

Cgil, Cisl e Uil hanno indetto uno sciopero generale di 8 ore a La Spezia per mercoledì 16 che coinvolgerà tutte le categorie (ad eccezione del pubblico impiego perché non ci sono i tempi di legge per indirlo)