Festeggiare il Natale fra le onde del mare (sfidando il freddo...)

Alla Venere Azzurra sessanta partecipanti al consueto ’tuffo collettivo’. La conchiglia con Gesù Bambino emersa dalle acque di San Terenzo

La Spezia, 27 dicembre 2023 - Sfidando il freddo, sessanta ’temerari’ si sono tuffati alla spiaggia della Venere Azzurra la mattina del 24 dicembre per festeggiare il Natale. Il cimento lericino, organizzato dai fratelli Dino e Piero Ceppodomo, è giunto all’edizione numero 25, diventando ormai una tradizionane consolidata del Natale. Iniziato nel 1999 a Fiascherino dal 2004 si svolge alla Venere Azzurra. Nel 2020, in pieno Covid, il tuffo natalizio si spostò alla Baia blu per l’antivigilia. "Non abbiamo mai rinunciato al bagno di Natale – sottolinea Piero Ceppodomo – neanche durante la pandemia". Tra i cimentisti il sindaco di Lerici Leonardo Paoletti che ha dato il via al bagno collettivo. "Questo tuffo – ha detto Paoletti, che ha recentemente revocato l’ordinanza di chiusura delle spiagge della Venere Azzurra e di San Terenzo – è un segnale di speranza per il nuovo anno".

I cimentisti di San Terenzo
I cimentisti di San Terenzo

Fra i cimentisti un folto gruppo proveniente da Massa e Carrara, guidati dal dottor Elvino Vatteroni, medico carrarese che fa il bagno ogni giorno dell’anno anche con pioggia e neve. Al termine del bagno, con temperatura dell’acqua di 13,5 gradi in superficie e di 12 gradi alla scogliera della Venere, brindisi con spumante e panettone. Il prossimo appuntamento per gli appassionati è a capodanno quando in provincia della Spezia ci saranno ben tre cimenti per salutare il 2024: quello di Ria alle Grazie di Porto Venere, quello di Tellaro e il cimento di Levanto, organizzato da Beppe Perrone, presente anch’egli al bagno di Natale lericino.

Grande emozione anche per le varie iniziative che hanno legato il Natale al Golfo, come il ’Natale della Gente di mare’ organizzato dall’Assonautica provinciale della Spezia e il Natale subacqueo in notturna di San Terenzo, arrivato alla 34ª edizione: la conchiglia con Gesù bambino è emersa dalle acque antistanti la diga di San Terenzo, nell’iniziativa a cura del Centro Sub La Spezia e dell’associazione Profondo Blu.