Prosegue in tutta la regione la campagna vaccinale: oggi appuntamento a La Spezia
Prosegue in tutta la regione la campagna vaccinale: oggi appuntamento a La Spezia

La Spezia, 16 febbraio 2021 - "Nessuno resterà senza vaccino: non serve la corsa al telefono, assicureremo a tutti la propria dose". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha rassicurato la fascia della popolazione interessata dalla fase 2 della campagna: quella degli over 80 residenti nelle proprie abitazioni, quindi non nelle Rsa, già inclusi nella fase 1.

"Entro maggio – ha spiegato – la vaccinazione sarà somministrata a tutti gli over 80 della Liguria". Cioè, tutte le persone nate entro il 1941, che nello Spezzino "salvo necessità di riprogrammazione e mancata convocazione saranno chiamate direttamente dall’Asl 5", ha precisato in separata sede l’assessore alla Sanità Filippo Ivani illustrando il modello locale, sviluppato con alcune differenze rispetto al resto della Liguria. Sul piano regionale, invece, gli aventi diritto dovranno richiedere il proprio appuntamento utilizzando una delle 5 modalità previste in corso di attivazione, esclusi coloro che saranno dimessi dagli ospedali per patologie diverse dal Covid, le persone non deambulanti che otterranno un servizio a domicilio ed i piccoli Comuni in cui sono già iniziate giornate vaccinali in loco d’intesa con i sindaci. Una macchina complessa, di cui rende noti i numeri la direttrice delle politiche del farmaco dell’Azienda ligure sanitaria Alisa e responsabile della logistica dei vaccini Barbara Rebesco.

"Nonostante l’indeterminatezza sulle consegne e sui tempi – ha spiegato – la campagna è proseguita senza sosta: entro la prima settimana di marzo completeremo la fase1 rivolta a sanitari e Rsa con la somministrazione di tutte le seconde dosi. Iniziamo, in parallelo, la vaccinazione degli over80 e poi, attraverso la medicina territoriale, anche quella rivolta agli under55 con il vaccino Astrazeneca. Entro la fine di febbraio avremo ricevuto 123.570 dosi di vaccino Pfizer: ci è già stata comunicata anche la programmazione delle consegne per le prime due settimane di marzo che speriamo venga sempre rispettata". Tutti i direttori generali delle cinque Asl liguri hanno sottolineato il funzionamento della campagna. Paolo Cavagnaro, per l’Asl 5 spezzina, ha ribadito il concetto, raccontando le prime mosse nel territorio di competenza. "In accordo con i sindaci, abbiamo inviato una lettera a casa a tutti i cittadini ultraottantenni e abbiamo avuto circa 11mila adesioni a sabato; venerdì abbiamo iniziato con il Silver Day a Riccò del Golfo, sabato a Bonassola e domenica a Pignone. Dopo Framura e Sarzana, oggi alla Spezia all’ex Fitram La campagna sta andando avanti molto bene, i cittadini sono contenti".

E cita la lettera arrivata dalla figlia di due cittadini di Bonassola che ha elogiato le misure di sicurezza con cui il vaccino è stato somministrato ai genitori. "Tutti quelli che hanno aderito alla nostra richiesta e che hanno inviato la lettera di adesione ai Comuni, verranno chiamati e non si devono prenotare al Cup". E ha ribadito la necessità delle misure di sicurezza, da osservare anche dopo aver ricevuto il vaccino. A latere, dopo aver parlato con i neoministri Gelmini (Affari Regionali), Giorgetti (Sviluppo economico) e Garavaglia (Turismo), Toti ha espresso l’auspicio che "nella cabina di regia del Covid entrino anche quei ministri che rappresentano la parte economica del paese: ovvero quelle categorie che più hanno sofferto le misure di contenimento del virus"