Cittadella-Spezia
Cittadella-Spezia

Cittadella, 24 agosto 2019 – L'intesa è perfetta: Galabinov controlla, lo vede e con uno scavetto serve Federico Ricci che fulmina Paleari. Lo Spezia passa in vantaggio al Tombolato e raddoppia poi nel giro di quattro minuti proprio con il bulgaro, per poi affidare a Mora il compito di fare tris e affossare definitivamente il Cittadella quando non è ancora scoccato il 20' della ripresa. Buona la prima insomma per gli aquilotti che, nell'esordio stagionale, piegano nettamente i padovani nel loro stadio e guardano tutti dall'alto, visto che si trovano a 3 punti e diciamo, seppur siamo alla prima giornata del campionato di Serie B, in testa alla classifica.

Mister Italiano, che fa così il primo passo nella serie cadetta con il piede giusto, sceglie Galabinov al centro dell'attacco supportato da Gyasi e Federico Ricci al suo fianco, mentre dall'altra parte Venturato mette Gargiulo a imbeccare Diaw e Panico.

Parte molto aggressivo il Cittadella e al 6' Diaw ruba il tempo a Capradossi, poi calcia da posizione defilata, con Krapikas a stoppare la conclusione, poi ci pensa Terzi ad allontanare la minaccia, anticipando Panico pronto a far centro. Ma ecco la risposta: un tiro a girare di Federico Ricci poco davanti alla lunetta, cade subito dopo il montante al 16'. Terzi ci mette la zampa su Gargiulo innescato da Panico, che si libera sulla fascia di Vignali,, con palla in corner (19'). Siamo al 23' quando Branca prova dalla distanza con palla che non centra lo specchio. Sulla fascia sinistra intanto Gyasi è incontenibile e si incunea fino a conquistare il secondo corner al 25', però poi gli aquilotti non riescono a capitalizzarlo. Ed è ancora una volta Terzi a stoppare le velleità degli attaccanti avversari al 28', murando un cross pericoloso da dentro l'area; Vignali viene fermato in una ripartenza da Adorni e così si ritrova sul taccuino degli ammoniti. Esce iin presa alta Krapikas sicuro per bloccare in presa alta al 31' l'insidioso traversone di Branca. Sul bel lancio di Ramos al 42', controlla e e fa da sponda Galabinov per l'accorrente Gyasi che spara alle stelle col sinistro.

Dopo l'intervallo rientrano in campo gli stessi 22 e dopo soli 3 minuti lo Spezia passa in vantaggio con Federico Ricci, grazie a Galabinov e a Mora, che aveva servito il bulgaro. Poi ecco il raddoppio proprio di Galabinov che si fa trovare pronto al centro dell'area con Gyasi che lotta fra tre difensori a terra al 7'. Passano dieci minuti e gli aquilotti fanno tris: triangolo al limite tra Mora e Federico Ricci, dopo un rimpallo vincente con un difensore, e staffilata del centrocampista per lo 0-3. Prova a reagire il frastornato Cittadella con Celar che gira ma trova pronto Krapikas (21'), ma invece vanno vicino al poker i liguri quando Gyasi dal limite dell'area invece di calciare è generoso e cede a Galabinov, che però viene anticipato dai difensori avversari.

 

Cittadella-Spezia 0-3

PRIMO TEMPO 0-0

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Drudi, Adorni, A. Benedetti; Vita, Iori (36' st Pavan), Branca; Gargiulo (11' st Gargiulo); Panico (36' st Vrioni), Diaw. A disp. Maniero, C. Mora, Camigliano, Bussaglia, Rosafio, De Marchi. All. Venturato.

SPEZIA (4-3-3): Krapikas; Vignali, Capradossi (37' st Marchizza), Terzi, Ramos; Bartolomei, M. Ricci, L. Mora (33' st Maggiore); F. Ricci, Galabinov, Gyasi (26' st Buffonge). A disp. Scuffet, Barone, Delano, Awua, Gudjohnsen, Bastoni, Ferrer, L. Benedetti, Erlic. All. Italiano.

Arbitro: Sacchi di Macerata (assistenti Affatato di Verbano-Cusio-Ossola e Saccenti di Modena; quarto uomo Maggio di Lodi)

Marcatori: 3' st F. Ricci, 7' st Galabinov, 17' st Mora.

Note: Ammoniti Adorni, Gyasi, Vita. Tiri in porta 0-2. Tiri fuori 5-3. Angoli 4-2. Recupero 0' e 5'