L'allenatore Pasquale Marino
L'allenatore Pasquale Marino

La Spezia, 26 aprile 2019 - Quattro partite alla fine della regular season del campionato di Serie B. Per lo Spezia, la prima di quel poker di gare, è sabato 27 aprile, alle 18, al Picco contro il Perugia. C'è prima da smaltire la sconfitta ingiusta a Cosenza dello scorso turno.

“In Calabria abbiamo lottato fino all'ultimo, nonostante l'inferiorità numerica fin dalle fasi iniziali, non perdendo mai gli equilibri e cercando di recuperare il risultato con impegno e sacrificio, fino a sfiorare il pareggio in almeno tre occasioni”. Difficili tutte le sfide. “Adesso ci attendono quattro finali, affronteremo quattro formazioni con ambizioni differenti, pertanto dovremo mettere in campo tutto quello che abbiamo, pensando ad una partita alla volta”. Il rush finale vale tutta una stagione.

“I successi infondono entusiasmo a tutto l'ambiente, probabilmente inconsciamente c'è stato un momento in cui abbiamo pagato anche le voci extracampo, ma i ragazzi sono stati bravissimi a rialzarsi ed ora la squadra è pronta per affrontare al meglio questi ultimi match”. A cominciare dal Perugia. “Se gli lasci lo spazio, soprattutto per le ripartenze, sono devastanti”.

CURIOSITÀ AVVERSARIO - Il Perugia è la formazione cadetta 2018/19 che pareggia di meno dopo 34 giornate: 6 i nulli racimolati finora dai biancorossi umbri. Il Perugia, unitamente a Pescara e Padova, è una delle 3 squadre cadette 2018/19 che subisce il maggior numero di rigori dopo 34 turni, 9 ciascuna.

FORMAZIONE - Alle prese con un fastidio dell'ultim'ora di Galabinov, però mister Marino è impegnato soprattutto a sostituire i due squalificati a centrocampo, Ricci e Crimi. Per il resto sono indisponibili Bidaoui, Erlic e Mastinu, a cui si aggiunge nuovamente Acampora, mentre rientra Crivello. Dunque con i portieri Lamanna, Manfredini e Barone, i difensori Brero, Augello, Crivello, Capradossi, Terzi, Ligi, De Col e Vignali, i centrocampisti Crimi, Bartolomei, De Francesco, Maggiore e Figoli, e gli attaccanti Pierini, Galabinov, Gyasi, Okereke, Abdullahi e Da Cruz.

ARBITRO - Valerio Marini della sezione di Roma 1 dirigerà la sfida del Picco di sabato alle 18 tra Spezia e Perugia al Picco. Con lui gli assistenti Andrea Tardino di Milano e Salvatore Affatato di Verbano Cusio Ossola; quarto uomo Andrea Zingarelli di Siena.

PRECEDENTI - “Picco” stadio tabù per i colori del Perugia, che solo una volta è uscito imbattuto in 6 sfide ufficiali, pareggiando 0-0 nella serie C 1966/67. Nelle altre 5 occasioni hanno sempre vinto i padroni di casa. Da ricordare che – nella stagione 1941/42 – esistevano due squadre a La Spezia, quella attuale che militava in serie B e quella dei Dipendenti Municipali, che - in serie C - incrociò i grifoni umbri, vincendo 7-1 in casa e perdendo 0-3 a Perugia.