Per lo Spezia sfida importante a Salerno
Per lo Spezia sfida importante a Salerno

Salerno, 31 luglio 2020 – Monumentale Spezia che va ad espugnare il campo della Salernitana e si siede definitivamente sul terzo gradino del podio della serie B 2019/2020. Con 61 punti e i risultati delle altre non contano più. Giocherà i playoff dunque, saltando i preliminari per la prima volta nella sua storia: sabato 8 agosto affronterà la vincente della sfida tra sesta e settima (ovvero Chievo e Empoli, in trasferta), mentre il ritorno è fissato per martedì 11 agosto (al Picco). In caso di successo, e basterebbe anche un doppio pareggio, finale domenica 16 agosto (andata, in trasferta) e giovedì 20 agosto (ritorno, in casa). Dopo il pareggio del primo tempo, con reti di Gondo e Mora, completa la rimonta Nzola nel finale della ripresa, con i padroni di casa in 10 uomini (per l'espulsione di Maistro).

Tanti cambi per Italiano che ripropone dopo lungo tempo Krapikas in porta e lascia in panchina, oltre a Scuffet, alcuni diffidati e/o stanchi, come Bartolomei, Gyasi, Nzola, Erlic e Ferrer.

Dopo il primo pallone giocato da Gudjohnsen, subisce un fallo Mora e poi il sinistro dalla distanza di Acampora si perde sul fondo. Sono passati solo due minuti. E dopo altri due, la doppia occasione per Maggiore, ma prima è bravo Vannucchi e poi il centrocampista tocca alto da buona posizione. La risposta della Salernitana arriva al 9' con Gondo che impegna Krapikas, il portiere para in due tempi da fuori. Spara alle stelle Gudjohnsen che riceve da Di Gaudio autore di una bella serpentina (23'). È bravissimo Krapikas sul colpo di testa di Gondo sugli sviluppi di un corner, una deviazione sulla propria destra quando tutto sembrava fatto. Alla mezzora i padroni di casa passano avanti: Gondo resiste alla carica di Bastoni, si rialza e batte di destro Krapikas. È l'1-0. Vicino al raddoppio il team di Ventura al 33', con Maistro che impegna il portiere ospite, poi riprende Cecerelli, ma non inquadra lo specchio in diagonale. Nel finale del tempo lo Spezia si fa più arrembante nell'area campana, ma nessun aquilotto riesce nella zampata decisiva, poi nel recupero ecco l'1-1 segnato da Mora, con un inserimento perfetto, sulla verticalizzazione di Matteo Ricci.

Dopo l'intervallo si rivedono gli stessi 22 e ancora Mora saggia i riflessi di Vannucchi al 4', con una gran tiro dalla distanza. Vicinissimo all'1-2 lo Spezia con Maggiore anticipato di un soffio da Vannucchi, dopo il cross di Vignali dalla destra, servito da Matteo Ricci. Il secondo giallo (il primo l'aveva beccato al 35' per un intervento irregolare su Matteo Ricci) che rimedia Maistro, per un fallo su Ramos. Subito dentro Nzola e Federico Ricci per gli spezzini, e così la spinta aumenta e sul calcio di punizione del secodo, Mora sfiora il raddoppio con un colpo di testa che sfiora il palo alla sinistra di Vannucchi (20'). Intanto Acampora è tornato a fare il playmaker. E ancora Acampora che fa sibilare il pallone alla destra di Vannucchi al 22' dal limite. Termina a lato di un nulla la conclusione facile di Mora, dopo la furiosa galoppata di Nzola sulla destra al 28'. E con Mora che esce e fa il suo ingresso il centrale difensivo Erlic, torna a centrocampo Bastoni. Stacco da fermo, ma colpo di testa di Djuric al centro di due difensori aquilotto, che va di poco fuori sul cross di Cicerelli. Vannucchi intanto viene impegnato da Vignali e da Federico Ricci al 40' e al 42', mentre al 44' gli aquilotti si divorano un contropiede. Poi però Nzola fa bis, depositando in rete sull'assist di Gudjohnsen al 45'. Dopo sei minuti di recupero l'arbitro fischia e gli aquilotti esultano.

Salernitana-Spezia 1-2

PRIMO TEMPO 1-1

SALERNITANA (4-3-1-2): Vannucchi; Cicerelli, Migliorini, Jaroszynski (33' st Aya), Lopez (23' st Curcio); Akpa Akpro (23' st Dziczek), Di Tacchio, Kiyine (23' st Karo); Maistro; Gondo, Djuric (38' st Giannetti). A disp. Micai, Cerci, Capezzi, Jallow, Heurtaux. All, Ventura.

SPEZIA (4-3-3): Krapikas; Vignali, Terzi, Bastoni, Ramos; Maggiore, M. Ricci (18' st Nzola), Mora (33' st Erlic); Acampora, Gudjohnsen, Di Gaudio (18' st F. Ricci). A disp. Scuffet, Desjardins, Gyasi, Bartolomei, Ferrer. All. Italiano.

Arbitro: Marini di Roma 1 (assistenti Grossi di Frosinone e Avalos di Legnano; quarto uomo Illuzzi di Molfetta).

Marcatori: 30' pt Gondo (Sa), 46' pt Mora (Sp); 45' st Nzola (Sp).