Nemmeno il Coronavirus è riuscito a fermare la nona edizione del "Premio internazionale Capalbio piazza Magenta" che anche quest’anno premierà autori tra i più importanti della stagione saggistica e letteraria. "Abbiamo pensato che organizzare la manifestazione dal vivo, come sempre fatto – dice Mirella Serri, presidente insieme a Giacomo Marramao del ’Premio internazionale Capalbio Piazza Magenta’ – fosse un segnale di...

Nemmeno il Coronavirus è riuscito a fermare la nona edizione del "Premio internazionale Capalbio piazza Magenta" che anche quest’anno premierà autori tra i più importanti della stagione saggistica e letteraria. "Abbiamo pensato che organizzare la manifestazione dal vivo, come sempre fatto – dice Mirella Serri, presidente insieme a Giacomo Marramao del ’Premio internazionale Capalbio Piazza Magenta’ – fosse un segnale di speranza e di resilienza. Anche se in versione ridotta, invece delle consuete due serate ve ne sarà infatti solamente una, e con l’osservanza di tutte le norme di prevenzione, il Premio con i suoi autori continua ad animare il territorio, a stimolare dibattiti e qualche volta anche polemiche". Grande soddisfazione quindi per la giuria, impegnata nella non facile valutazione e

selezione dei testi da premiare che anche quest’anno sono di altissimo livello e che è composta da Mirella Serri e Giacomo Marramao (Presidenti), Settimio Bianciardi (sindaco di Capalbio), Gianfranco Chelini (assessore), Matteo Fabiani, Rossella Sleiter, Furio Colombo, Giancarlo Bosetti, Marisa Garito, Giuppi Pietromarchi, Alessandro Orlandi, Marco Calamai, Denise Pardo, e Concetta Monaci. Sabato alle 18 in piazza della Repubblica, nella frazione di Borgo Carige saranno quindi premiati Nadia Ubinati (premio Saggistica politica) con ’Io, il popolo come il populismo trasforma la democrazia’. Premio per la Letteratura italiana a Melania Mazzucco, ’L’architettrice’. Premio alla Politica Internazionale andrà a Massimo D’Alema ’Grande è la confusione sotto il cielo - Riflessioni sulla crisi dell’ordine mondiale’. Il premio ’L’Italia che ci piace’ a Marcello Sorrentino, amministratore delegato di Fincantieri Infrastructure. La serata sarà condotta dalla presentatrice televisiva Eleonora Daniele. La segreteria del Premio è curata da Dianora Tinti. Oltre al Comune di Capalbio e alla Fondazione Capalbio, un grazie va ai numerosi e sostenitori e sponsor, tra cui Banca Tema, Human Company, Valle del Buttero, Vini Monteverro, Trattoria La Carla, Libreria Bastogi e Toscano Alta sartoria che fornirà le mascherine personalizzate.